The last of us Wiki
Advertisement
The last of us Wiki

Dopo quello che abbiamo passato... Dopo quello che ho fatto, non può essere tutto inutile.
— Ellie

Ellie è uno dei personaggi principali della serie di The Last of Us. È la deuteragonista di The Last of Us, la protagonista di The Last of Us Parte II e The Last of Us: Left Behind ed il personaggio principale di The Last of Us: Il Sogno Americano. Una sopravvissuta diciannovenne, Ellie è "più matura di quanto non dovrebbe" a causa dell'ambiente in cui è cresciuta. È stata doppiata in lingua originale ed interpretata tramite motion capture da Ashley Johnson, mentre in italiano è stata doppiata da Gea Riva.

Biografia[]

Passato e primi anni[]

Ellie nacque tra il 2018 ed il 2019, quando la pandemia si era già sparsa per tutta l'America. Di conseguenza, crebbe in un'oppressiva Zona di Quarantena di Boston, nel Massachusetts. Prima di morire, la madre di Ellie, Anna, chiese a Marlene di occuparsi di lei. Tuttavia, le due non si incontrarono finché la ragazza non compì 13 anni.

Ellie afferma anche di aver guidato una macchina, un giorno.

Eventi de Il Sogno Americano[]

Autunno, 2032[]

Ellie guarda fuori dal finestrino del bus.

Poco dopo aver compiuto 13 anni, Ellie giunse nella zona di quarantena di Boston a bordo di un bus, vedendo poi alcuni soldati scannerizzare un uomo per controllare se fosse infetto. Lei lo ignora, salvo poi spaventarsi dopo aver visto l'uomo risultare positivo ed inginocchiarsi.

Una volta al sicuro dentro i cancelli, lei e gli altri sopravvissuti escono dal bus. Viene quindi avvicinata da un soldato che la conosce. Lui la avvisa di non fare uno dei suoi "soliti numeri", poiché non potrà coprirla. Ellie gli chiede di prenderla con sé, ma lui rifiuta dicendo di avere una famiglia.

Furiosa, Ellie afferma di saper badare a sé stessa. Tuttavia, poco dopo, viene coinvolta in una rissa con alcuni ragazzi che cercano di rubarle gli effetti personali. Ellie li provoca, ma viene salvata da un'altra adolescente proprio mentre il suo leader si prepara ad attaccarla. La ragazza li intimidisce e mette in fuga.

Chiede poi ad Ellie cosa volessero da lei, e lei spiega che volevano rubarle gli effetti personali. Scaccia poi la ragazza quando lei le dà alcuni consigli su come funziona la vita nella zona di quarantena. Lei le fa notare che ha "problemi di fiducia" e la chiama "ragazza nuova". Poco dopo, le suggerisce di fuggire per poi correre via. Ellie è confusa e viene presa con sé da una delle figure di autorità che gestiscono la scuola. Nel suo ufficio, la ragazza ignora la sua autorità, nonostante lui le faccia notare i suoi precedenti.

Le ordina quindi di andare a fare le pulizie. Mentre sta sistemando una jeep insanguinata, si accorge che il suo walkman è sparito e capisce che a rubarlo è stata la ragazza di prima e va su tutte le furie, non capendo come abbia fatto a prenderglielo senza che lei se ne accorgesse.

Poco dopo, nota un dito amputato vicino al volante della jeep e capisce presto che c'è stato uno scontro. Rovescia quindi l'acqua sulle gomme e decide di andare a cercare la ragazza. In refettorio, Ellie le ordina di ridarle il walkman, ma la ragazza finge di non essere al corrente. Tuttavia, Ellie insiste e la ragazza alla fine glielo restituisce dicendole che ha dei pessimi gusti in fatto di musica.

Ellie osserva la ragazza uscire.

Più tardi quella notte, mentre Ellie è a letto, sente dei passi fuori dalla sua stanza. Si veste e sbircia fuori dalla porta, appena in tempo per vedere la ragazza sparire dietro una porta. Ellie la segue e riesce a sorprenderla. Stupita, la ragazza le ordina di tornare nella sua stanza. Lei rifiuta; vuole sapere da lei un modo per lasciare la scuola e le dice di smetterla di chiamarla "ragazza nuova". La ragazza esita un momento ed infine accetta, chiedendole se riesce a starle dietro; Ellie risponde che starle dietro "non è un problema". La ragazza chiama quindi Ellie per il suo vero nome e le chiede di non farle pentire di essersela portata dietro. Le due riescono a fuggire dall'edificio e ad attraversare il cortile senza essere viste. Dopo essere uscite, Ellie le chiede come faccia a sapere il suo nome, e la ragazza risponde di "avere i suoi metodi", presentandosi come Riley e chiedendo ad Ellie se è pronta per ciò che la aspetta.

Ellie e Riley sui tetti.

Ellie segue a fatica Riley mentre le fa strada sui tetti. Quando si ferma, le chiede senza fiato se è tutto qui quello che ha da offrire. Ignorandola, Riley risponde chiedendole se ha mai pensato al proprio futuro. Credendo stia facendo la spiritosa, Ellie le chiede che tipo di futuro intenda. Riley le domanda a sua volta che cosa ha intenzione di fare nella vita. La ragazza le risponde che non vede un grande futuro per sé e Riley le dice che la sua mentalità è identica a quella imposta nella Zona di Quarantena.

Confusa, Ellie le chiede cosa ha intenzione di fare lei con la sua vita. Riley le risponde che fra tre mesi compierà 16 anni ed ha intenzione di utilizzare quel tempo per scoprire più cose. Ellie le chiede cosa potrebbe avere in serbo la vita per loro, ma Riley la ignora, chiedendole anzi se ha mai cavalcato un cavallo. Quando Ellie le risponde di no, la guida all'interno di un negozio abbandonato.

Ellie si ferma per guardare il Raja's Arcade.

Poco dopo, Ellie nota una macchinetta a pochi passi. Chiede a Riley di aspettare e si avventura all'interno, vedendo un gioco chiamato "Triple Phoenix" ed iniziando a descrivere entusiasta la serie tv alla quale si è ispirato.

Riley quindi la zittisce dicendo che quello è un gioco da bambini ed inizia a descriverle a sua volta "The Turning", un violento picchiaduro. Ellie le fa notare quanto siano stati fortunati i bambini nati prima dell'infezione, non notando la sua espressione cupa. Riley le dice quindi che stanno perdendo tempo ed esce.

Mentre Ellie la segue, si ferma qualche secondo ed immagina come poteva essere il negozio prima dell'infezione. Riley la porta ad un accampamento, dove incontrano il suo amico Winston, un residente del negozio. Lui la rimprovera per aver portato con sé qualcun'altro, ma Riley lo rassicura e gli presenta Ellie. In cambio di del whiskey, lui promette di insegnare ad Ellie come cavalcare.

Ellie segue quindi Riley verso le stalle; la ragazza le spiega come comportarsi con i cavalli e la esorta a fare un giro di prova per il negozio in groppa a Princess. Mentre Riley prepara il cavallo, Ellie le chiede se sta cercando di farsi cacciare dalla Zona di Quarantena.

Ellie cavalca un cavallo per la prima volta.

Riley le risponde che non vuole passare la vita in una comunità dove la gente fa lavori orribili e sopravvive a malapena. Quando il cavallo è pronto, Winston aiuta Ellie a salire e dice a Riley di comportarsi bene mentre non ci sono. Ellie chiede a Winston della sua vita prima del contagio ed ascolta le sue storie di come marinava la scuola e passare le giornate nel negozio. I due ritornano poi al campo di Winston e trovano Riley che legge un fumetto. Smontando da cavallo, Ellie la ringrazia per averla portata con sé. Poco dopo, fuori dal locale si sente un'esplosione, la quale porta Winston a partire per andare a cercare la sua unità, ordinando a Riley di rientrare nella scuola. Ellie, scossa, le consiglia di ascoltarlo ma viene ignorata e la vede smanettare con walkie-talkie, capendo di essere stata usata per distrarlo. Mentre urla a Riley, le due sentono che potrebbero esserci delle Luci nell'area; Riley non vede l'ora di incrociarle, ma Ellie crede che sia impazzita. Invece di mettersi a discutere, Riley parte senza di lei. Scioccata, Ellie rimane ferma per qualche secondo per poi seguirla.

Ellie e Riley osservano le Luci ferite dal tetto.

Dopo averla raggiunta, le due osservano uno scontro fra l'esercito e le Luci. Notando che le Luci sono in difficoltà, Riley decide di dare loro la possibilità di fuggire usando dei fumogeni rubate a Winston. Grazie ad esse, i miliziani riescono a ritirarsi in sicurezza. Le ragazze esultano ma vengono notate dai soldati, che aprono il fuoco.

Ellie e Riley fuggono in un vicolo e si nascondono dietro un cassonetto. Mentre discutono, vengono attaccate da un Runner.

Riley reagisce colpendolo con una pietra mentre stava attaccando Ellie, ma l'infetto si volta e la sbatte a terra. Sembra averla morsa quando Ellie lo uccide con un mattone. Ellie le controlla la manica, ma scopre che solo i vestiti sono stati stracciati.

Le Luci ritiratesi dalle scontro precedentemente notano le due ragazze. Riley cerca di spiegare loro che sono loro ad aver lanciato le bombe fumogene, ma viene stordita da uno dei miliziani. Ellie è furiosa, ma viene anche lei catturata.

Ellie si sveglia sentendo alcune Luci discutere sul disobbedire agli ordini o meno. La ragazza riesce a togliersi il sacco dalla testa e vede tre uomini che discutono. Si libera della corda che le legava le mani ed afferra un pezzo di vetro proprio mentre Marlene entra nella stanza.

Una delle Luci chiede come sta un suo compagno, Kerry, e lei lo informa che il dottore crede abbia buone probabilità di sopravvivere. Marlene libera quindi Ellie dalle corde e lei le chiede di slegare anche Riley. Le Luci obbediscono e Marlene dà ad Ellie una busta ordinandole di aprirla dopo essere tornata indietro. Prima che Riley e Marlene inizino a discutere, tre uomini armati si presentano ed ordinano loro di pagare una quota, dato che si trovano nella galleria di dei contrabbandieri. Gli uomini diventano ostili ed aprono il fuoco, mentre Ellie allontana Riley dalla sparatoria.

Ellie nota una via di fuga, ma Riley si rifiuta di andarsene e corre per afferrare una pistola vicino ad uno dei trafficanti. Prima che possa afferrarla, lui la sbatte a terra tirandola per il cappuccio. Prima che possa farle del male, tuttavia, Ellie lo colpisce con un mattone, dando a Riley l'opportunità di sparargli e farlo cadere. Non appena l'uomo apre gli occhi, Marlene gli punta la pistola alla faccia e spara.

Mentre Ellie viene immobilizzata da un'altra Luce, Riley e Marlene discutono del fatto che la prima voglia unirsi a loro. Marlene minaccia quindi di ucciderla o storpiarlo, poiché è questo che molto probabilmente le succederebbe se si unisse alle Luci, il che porta Ellie a mordere la mano del miliziano che la tratteneva ed a prendergli l'arma, puntandola contro Marlene. Spara poi un colpo d'avvertimento e la donna, dopo aver detto che non avrebbe mai fatto del male a Riley, la chiama per nome. Quando Ellie le chiede come faccia a sapere il suo nome, Marlene le risponde che conosceva sua madre e che la busta che le ha dato conteneva proprio una sua lettera. Continua dicendole che l'ha fatta sorvegliare, come aveva promesso a sua madre. Ellie chiede consiglio a Riley e lei le dice di abbassare l'arma.

Ellie dà la pistola a Marlene e lei le rivela che sua madre si chiamava Anna, promettendo di raccontarle di più quando sarà il momento. Indica quindi alle due una scala che porta ad un vicolo dietro la scuola. Prima che se ne vadano, Marlene dà ad Ellie un coltello a serramanico, dicendole che era di sua madre. Le due ragazze si allontanano e, quando Riley dice che non c'è via di fuga, Ellie propone di scappare dalla Zona di Quarantena. Riley le risponde che così facendo si farebbero soltanto ammazzare e dice ad Ellie che si vedranno domani. Le due scavalcano quindi la recinzione e rientrano a scuola.

Tempo dopo, Ellie sta ascoltando della musica. Ha letto la lettera ed afferra il coltello, tenendolo saldo al petto.

Eventi di Left Behind[]

Estate, 2033[]

Poco dopo il ritorno a scuola, Ellie e Riley hanno smesso di frequentarsi in seguito ad un litigio. Riley è sparita dalla scuola, con Ellie che ormai la dà per morta. Nel frattempo, viene reclutata nell'esercito e si mantiene poco in contatto con gli amici di Riley. Un giorno, decide di ritornare al negozio e fa un giro su Principessa, ignara di stare venendo osservata da Winston.

Ellie sorpresa da Riley.

Sei settimane dopo, viene colta di sorpresa dal ritorno di Riley, che finge di essere infetta e le morde il collo.

Sollevata ma furiosa, Ellie chiede all'amica dove è stata e Riley rivela di essere diventata una Luce. Capendo che la sua amica è ancora arrabbiata con lei, promette di spiegarle tutto se lascerà la scuola insieme a lei. Riluttante, Ellie si veste ed esce dalla scuola con Riley.

Fuori dalla scuola, evitano una pattuglia nascondendosi in un edificio abbandonato. Mentre lo attraversano, Ellie chiede a Riley come ha trovato le Luci. Riley le racconta di aver seguito Trevor, la Luce che Ellie morse durante il loro primo incontro con Marlene, e di essere stata catturata e portata direttamente da Marlene, che le ha concesso di unirsi alla causa.

Quando Riley chiede ad Ellie se ha fatto amicizia con qualcuno durante la sua assenza, lei è vaga e rivela di non aver parlato quasi con nessuno dopo la sua partenza. Entrando in un'altra stanza, Ellie trova un simbolo delle Luci e Riley le spiega di non essere un soldato come lei. Sentendo la trasmissione di un altoparlante nelle vicinanze, Riley racconta ad Ellie di come l'esercito stia mentendo sul reale numero di infetti. Menziona anche di aver ucciso qualcuno a causa dell'infezione, ma rimane vaga.

Ellie e Riley esplorano il centro commerciale.

Mentre attraversano i tetti, evitano un'altra pattuglia ed entrano nel negozio attraverso una finestra. Quando Riley chiede ad Ellie se si ricorda della prima volta in cui l'ha portata qui, Ellie le domanda perché ci sono tornate. Riley ignora la domanda e prosegue. Dopo aver visto il poster di una pistola ad acqua, Ellie spiega di aver cercato di recuperare le loro dall'ufficio del caporale, ma di essere stata scoperta. Riley le consiglia di rinunciare, ma lei è determinata a recuperarle.

Dopo essere arrivate al campo di Winston, Ellie dice a Riley di aver saputo che Winston è morto d'infarto, una rarità per un sopravvissuto. Esplorando la sua tenda, Ellie trova una sua fotografia da giovane. Riley, invece, trova una bottiglia di whiskey e le due brindano in sua memoria, per poi lasciare la tenda e trovare la tenda del suo cavallo, Principessa.

Ellie trova la fotografia di un giovane Winston.

Ellie dice a Riley che Principessa è stata molto probabilmente presa da qualcuno e si lamenta sulle sue attuali ipotetiche condizioni, sapendo che era nervosa in presenza di sconosciuti. Mentre proseguono, cercano di raggiungere l'altra parte del negozio, rimanendo però bloccate dopo che Riley, nel tentativo di sollevare alcune macerie con un pezzo di ferro, fa crollare la galleria. Ellie fa uscire Riley da una finestra e, dopo che l'amica ha sbloccato la porta, si spaventa a causa di una maschera che aveva trovato. Indossa poi una maschera da lupo mannaro e, scherzando, "ruggisce". Continuando ad esplorare il negozio, le due trovano numerosi accessori ed oggetti a tema Halloween.

Mentre lasciano il negozio, Riley suggerisce di fare un gioco. Se una delle due riesce a rompere tutti quanti i vetri della macchina assegnatale (blu per Riley, rossa per Ellie), potrà fare una domanda all'altra. Ellie batte Riley e le chiede perché ha lasciato la scuola. Riley ammette, seppur vaga, di trovarsi in una brutta situazione e di non aver detto a nessuno di essersene andata. Quando Ellie le domanda se per lei è "semplicemente qualcuno", Riley insiste che sono quasi arrivate e procede.

Ellie e Riley scherzano nella cabina telefonica.

Mentre si dirigono sul retro del negozio, Riley spiega che l'esercito ha mentito sul fatto dell'energia elettrica in città, poiché all'interno del negozio c'è ancora corrente. Entrando in una stanza, Riley apre una scatola elettrica e fa cenno ad Ellie di attivare l'interruttore. Seppur dubitante, Ellie obbedisce e ripristina la corrente. Lì, ammette di essere conscia del fatto che Riley stia cercando di riconquistarsi la sua fiducia. Riley quindi si scusa per ciò che le ha detto prima di andarsene, ma Ellie non ci dà peso e la chiama scherzosamente una cretina. Escono quindi dal retro del negozio e si dirigono verso la giostra illuminata.

Ellie sale a bordo della giostra e chiede a Riley di unirsi a lei. Tuttavia, la giostra perde corrente quasi subito. Notando la delusione dell'amica, Ellie le dice di essersi divertita. Poco dopo, Riley rivela ad Ellie di averle preso un libro di barzellette. Le due si allontanano dalla giostra e raggiungono una cabina fotografica, iniziando a farsi beffe del sistema scattandosi diverse foto. Tentano poi di stamparle, ma il sistema dà "errore". Mentre proseguono, Ellie sente Riley fischiettare e cerca di imitarla, sentendosi dire di "fare pratica".

Ellie immagina di giocare come Angel Knives in "The Turning".

Raggiungono quindi il piano superiore ed entrano nel Raja's Arcade. Ellie è delusa dal fatto che la macchinetta di "The Turning" si sia rotta, ma Riley le descrive azioni e pulsanti, facendola immedesimare nel gioco al punto che sembra stiano giocando realmente. Una volta terminata la "partita", Ellie insiste sul voler tornare a scuola, nonostante Riley cerchi di convincerla a continuare a girare per il negozio. Riley confessa poi di essere stata trasferita ad un altro nascondiglio delle Luci.

Ellie finge di non esserci rimasta male, ma quando Riley insiste sull'argomento, le chiede di dirle perché l'ha portata al negozio. Quando Riley le risponde che aveva solo voglia di vederla, per Ellie non è abbastanza. Furiosa, le chiede se si sente in colpa per aver litigato con lei prima di andarsene.

Riley afferma di non essere andata a trovarla perché si sentiva in colpa, ma ammette di voler far pace con lei. Posando a terra il suo zaino, mostra di aver recuperato le loro pistole ad acqua.

Dopo averci giocato, Ellie dice di dover tornare indietro e Riley si offre di accompagnarla. Prima di partire, Ellie esorta la sua amica a tornare dalle Luci, promettendo che un giorno si rivedranno.

Poco dopo, Riley chiede ad Ellie se ha ancora con sé il suo walkman. Quando la ragazza risponde di sì, Riley lo prende e lo collega ad uno degli altoparlanti del negozio. Le due iniziano quindi a ballare. Improvvisamente, Ellie si ferma e chiede a Riley di non lasciarla. In risposta, Riley getta a terra la sua collana delle Luci. Ellie quindi la bacia, scusandosi subito dopo. Riley le risponde però che non c'è niente di cui scusarsi.

Ellie dopo essere stata morsa.

Mentre le due ragazze pensano a cosa fare insieme, decine di infetti giungono sul posto attirati dalla musica. Le due riescono a scappare ed a barricare la porta, ma ormai gli infetti hanno completamente invaso il negozio. Riley guida Ellie ai piani superiori, con le creature che ormai stanno per raggiungerle.

Riley riesce ad uscire dalla finestra salendo su un'impalcatura. Proprio quando Ellie sta per raggiungerla, tuttavia, l'impalcatura si rovescia e la fa cadere a terra. Viene quindi sorpresa da un infetto, con Riley che la salva ma viene a sua volta atterrata da un altro. Dopo essersi ripresa, Ellie aiuta l'amica sgozzando la creatura. Proprio quando è sul punto di tirare un sospiro di sollievo, Riley le fa notare la ferita sul suo braccio. Ellie capisce quindi di essere stata morsa, con Riley che le mostra a sua volta un altro morso sulla sua mano sinistra.

Sapendo che un morso significa morte certa, Ellie si infuria ed usa un tubo per distruggere alcuni vasi. Riley la consola dicendole che ora hanno due opzioni: suicidarsi o aspettare insieme di trasformarsi, lottando per cercare di sopravvivere nel tempo che rimane loro. Riley afferma di preferire la seconda opzione e, quando Ellie le chiede se ce n'è una terza, le risponde che le dispiace.

Le due si rassegnano quindi alla fine e decidono di passare insieme il tempo restante. Riley è l'unica a soccombere all'infezione; Ellie sopravvive.

Nonostante l'immunità, Ellie porta comunque con sé una versione mutata dell'infezione. Viene più tardi presa sotto l'ala protettiva di Marlene. Entrambe pianificano così di dirigersi a Salt Lake City per sfruttare l'immunità di Ellie per trovare una cura. Nonostante ciò, Ellie non conosce l'esatta posizione del laboratorio delle Luci.

Eventi di The Last of Us[]

Tre settimane dopo[]

Ellie incontra per la prima volta Joel e Tess.

Non appena Marlene ed Ellie pianificano di lasciare Boston, Marlene viene ferita durante la sua ricerca di Robert, un uomo che aveva inizialmente assoldato per portare Ellie fuori dalla città. Disperata, assegna quindi questo compiti ai due contrabbandieri più temuti e conosciuti della città: Joel e Tess. Invia quindi un piccolo gruppo di Luci perché li incontrino al palazzo del governo. Sebbene Ellie insista per rimanere con Marlene, lei rifiuta, sperando che Joel si riveli all'altezza delle raccomandazioni di Tommy.

Mentre Tess va con Marlene per verificare l'effettiva presenza delle armi che ha promesso loro, Joel porta Ellie in un appartamento vicino al muro esterno. Lungo la strada, le chiede perché Marlene è così fissata con lei e dove sono i suoi genitori. Ellie non risponde alla prima domanda, rivelando però che entrambi i suoi genitori sono morti e di avere quattordici anni.

Una volta giunti all'appartamento, i due aspettano l'arrivo di Tess. Durante la notte, quando la donna li ha raggiunti, decidono di uscire dalla Zona di Quarantena.

Non appena riescono ad uscire, Ellie esprime stupore per essere "finalmente fuori". Vengono però catturati da una pattuglia dell'esercito. Non appena i soldati controllano se sono infetti, Ellie va nel panico e ne accoltella uno. L'uomo è sul punto di ucciderla, ma Joel lo getta a terra ed uccide, salvandole la vita. Con i soldati sistemati, i due scoprono che Ellie è infetta, ma sono obbligati a portarla con loro a causa dell'arrivo di un'altra pattuglia.

Evitando i soldati, i tre riescono a scappare. Lì, Ellie rivela di essere immune e che le Luci hanno un loro "laboratorio ad Ovest". Joel la ignora e chiede a Tess cosa fare; la donna crede però alle parole di Ellie. Dopo una breve discussione, il trio decide di proseguire.

Ellie e Joel si godono la vista, ormai quasi arrivati alla loro destinazione.

Dopo aver passato la notte ad evitare gli infetti, i tre hanno ormai quasi raggiunto la loro destinazione. Dopo aver attraversato una trave per oltrepassare un edificio, Ellie è stupita dal panorama, con una meraviglia quasi infantile che ricorda a Joel di Sarah. I tre raggiungono quindi il punto d'incontro al palazzo del governo, trovando solamente i cadaveri delle Luci e l'esercito ormai in avvicinamento. Rivelando di essere stata infettata, Tess esorta Joel ed Ellie a proseguire da soli e si sacrifica venendo uccisa dai soldati per far guadagnare loro tempo. Ellie si sente in colpa, ma Joel ignora ogni suo commento.

Ellie e Joel con Bill a Lincoln.

I due raggiungono quindi una città dove Joel crede potranno incontrare Bill, un meccanico che deve a Joel un favore e che può fornire loro un'auto. Durante il viaggio, Ellie rivela a Joel di non aver mai visto un bosco o delle reali lucciole in vita sua. Scopre anche che Joel non è mai stato di persona a Lincoln, il che complica le cose. Quando Joel rimane appeso a testa in giù a causa di una trappola di Bill, Ellie lo slega e gli fornisce delle munizioni con le quali possa coprirla.

Una volta liberato, Joel viene raggiunto da un uomo mascherato, che salva lui ed Ellie dagli infetti in avvicinamento e li scorta in un rifugio. Una volta lì, Ellie lo ringrazia e tenta di stringergli la mano, venendo però ammanettata dall'uomo, che si rivela essere Bill, il quale teme che siano stati morsi. Mentre Bill controlla Joel, Ellie si libera e lo colpisce con un tubo, venendo però fermata da Joel. Dopo una breve discussione, Joel chiede a Bill un'auto, il quale promette di concedergliela solo se dopo saranno pari. Joel accetta.

Si dirigono quindi verso una chiesa che Bill ha convertito in un'armeria. Mentre Joel e Bill parlano e caricano dei fucili a pompa, Ellie osserva alcune riviste su una mensola, prendendone segretamente due: un porno ed un fumetto di Savage Starlight. Quando Bill la vede e le urla contro, lei risponde che gli stava solo sistemando la roba. Bill la insulta e lei risponde con un gestaccio.

Ellie e Joel scoprono poi che devono dirigersi verso la scuola vicina, dove si è di recente schiantato un veicolo militare con al suo interno una batteria nuova.

Lasciando la chiesa, notano una pila di cadaveri bruciati. Joel cerca di dissuaderla dal guardarli, ma lei afferma di aver visto di peggio. Mentre attraversano un quartiere pieno di infetti, Ellie si rivela essere molto utile, poiché può infilarsi negli spazi stretti. Bill riconosce anche che forse avrebbero dovuto darle un'arma. Dopo aver raggiunto la scuola, scoprono che la batteria nel camion è sparita. Senza altre opzioni, sono obbligati a farsi strada con la forza per uscire dalla scuola, affrontando anche un Bloater.

I tre riescono a raggiungere una casa. Mentre Joel e Bill discutono, Ellie trova un furgone apparentemente funzionante nel garage di Frank. Bill le ordina di uscire, scoprendo che la batteria effettivamente funziona. Lui e Joel uccidono numerosi infetti per la strada fino a raggiungere una collina, dove Ellie avvia il veicolo. Saltando sul retro, i due le fanno cenno di partire, poiché numerosi altri infetti stanno arrivando. Il gruppo ritorno quindi in sicurezza alla chiesa di Bill.

Bill ordina ad Ellie di fermarsi cosicché lui possa scendere, salutando Joel. Entrambi riconoscono poi che Ellie si è comportata bene prima, sebbene Bill continui a credere che Joel finirà per farsi ammazzare. Ellie e Joel partono quindi per Pittsburgh.

Durante il viaggio, Ellie inizialmente legge le due riviste che ha rubato a Bill e poi, pur affermando di non essere stanca, finisce per addormentarsi. Quando si sveglia, scopre che Joel ha raggiunto l'ingresso di Pittsburgh, ora però completamente barricato. Joel cerca quindi di fare il giro largo, ma i due vengono sorpresi da un gruppo di cacciatori. Pur essendosi schiantati, riescono a fuggire uccidendo alcuni degli assalitori.

Mentre attraversano la città, Joel nota un veicolo sul quale è stata montata una mitragliatrice che sta venendo utilizzato dai sopravvissuti ostili per uccidere gli intrusi. I due quindi legano, con Joel che risponde alle domande di Ellie sulla sua vita prima dell'epidemia. Una domanda in particolare ricorda a Joel di Sarah. Per alleggerire l'atmosfera, Ellie tira fuori il suo libro di barzellette e ne racconta alcune.

Ellie finisce poi per rimanere separata da Joel quando questi cade da un ascensore. La ragazza, al sicuro dall'altra parte, cerca di scendere per andare ad aiutarlo, ma lui le ordina di aspettare. Preoccupata ed impaziente, Ellie disobbedisce e scende, raggiungendo Joel appena in tempo per salvarlo da un cacciatore che stava cercando di affogarlo, sparandogli in faccia.

Pur sentendosi male per aver appena ucciso il suo primo essere vivente "cosciente", Ellie viene comunque rimproverata da Joel per aver disobbedito, arrabbiandosi e dicendogli che almeno avrebbe potuto ringraziarla, dato che non c'era altra scelta. Joel però la ignora e le ordina di proseguire.

I due raggiungono presto un'impalcatura abbandonata, notando sotto di loro un gruppo di cacciatori. Joel dà quindi ad Ellie un fucile da caccia, insegnandole come maneggiarlo ed ordinandole di coprirlo, ringraziandola anche per averlo salvato, con la ragazza felice di notare che Joel stia effettivamente cercando di instaurare un buon rapporto con lei. Uccisi tutti i cacciatori, Joel regala ad Ellie una pistola, affermando che però è "solo per le emergenze".

Poco dopo, i due si imbattono nel blindato, riuscendo fortunatamente a seminarlo. Decidono quindi di entrare in un edificio abbandonato per allontanarsi dalla strada.

Il primo incontro con Henry e Sam.

Joel viene quindi afferrato alle spalle da quello che inizialmente crede essere un cacciatore, riuscendo a sopraffarlo; Ellie nota però che un ragazzo gli sta puntando contro un'arma e glielo fa notare, con Joel che interrompe l'attacco. Dopo aver conosciuto i due, Henry e Sam, accettano di seguirli al loro nascondiglio.

Una volta lì, Sam offre loro dei mirtilli, che Ellie accetta volentieri. Durante la notte, sveglia Joel e si unisce ad Henry e Sam lungo la strada per il ponte.

Ellie ascolta Joel ed Henry.

Riescono a raggiungere il ponte, ma mentre Henry la sta sollevando sopra un container, l'Humvee ritorna. Lei cerca di convincere Henry a sollevare anche Joel, ma lui va nel panico e scappa insieme a Sam. Pur potendo seguire i due, Ellie decide di scendere e restare con Joel. Dopo aver evitato alcuni colpi della torretta, i due sono bloccati quando si accorgono che una sezione del ponte è crollata. Ellie quindi, pur non sapendo nuotare, si tuffa in acqua, seguita da Joel. L'uomo quindi la salva e riesce a tenerla a galla, perdendo i sensi dopo aver sbattuto contro una lastra di cemento; fortunatamente, Henry e Sam tornano indietro e riescono a salvarli entrambi. Dopo un breve confronto, il gruppo prosegue.

Riescono quindi a fuggire dalla zona controllata dai cacciatori passando attraverso le fognature; i due hanno ormai iniziato a legare con i due fratelli, ma tutto finisce quando Sam viene infettato e si trasforma, venendo ucciso da Henry che poco dopo si suicida per la disperazione.

Autunno[]

Ellie e Joel su Callus.

Joel ed Ellie si spostano quindi verso la contea di Jackson, dove Joel crede che suo fratello Tommy, ex-membro delle Luci, possa mostrare loro la posizione del loro laboratorio. Con l'arrivo dell'autunno, i due trovano Tommy in una diga che fornisce energia idroelettrica ad un'intera comunità. Durante la permanenza lì, Ellie scopre da Maria, moglie di Tommy, che Sarah, figlia di Joel, è tragicamente morta all'inizio della pandemia. Capisce anche che Joel ha intenzione di lasciarla con Tommy e decide di fuggire, rubando un cavallo e rifugiandosi in un vecchio ranch. Quando Joel la raggiunge, i due hanno un'accesa discussione dove diventa evidente quando i due si siano ormai affezionati l'uno all'altra. Joel cambia così idea, decidendo di accompagnare di persona Ellie.

Seguendo le indicazione di Tommy, Joel ed Ellie raggiungono un'università dove apparentemente le Luci starebbero risiedendo. Tuttavia, la milizia si è spostata a Salt Lake City ed i due vengono attaccati da un gran numero di infetti e banditi; Joel rimane ferito gravemente nello scontro che segue, obbligando Ellie a combattere al posto suo.

Ellie riesce a nascondere Joel in un supermarket abbandonato, dove copre la sua ferita con la propria maglietta estiva e del nastro adesivo. Decide poi di avventurarsi nel resto del negozio per cercare qualcosa per medicarlo.

Dopo essere salita su delle scale mobili rotte, trova la sezione farmaceutica del negozio, scoprendo però che è priva di ogni tipo di provviste. Raggiunte le casse, trova un kit medico dietro una porta chiusa a chiave. Da un biglietto che trova a terra, capisce che il farmacista è "impazzito" e che uno degli impiegati, non al corrente dell'epidemia da Cordyceps, lo ha rinchiuso in uno dei negozi vicini, non al corrente del fatto che l'uomo avesse con sé le chiavi della porta. Nel biglietto è anche scritta la combinazione da inserire per sbloccare la porta del negozio, dove Ellie entra e recupera le chiavi dal cadavere dell'infetto.

Lasciando il negozio, si imbatte in un Clicker e lo uccide con il suo coltello a serramanico. Sblocca poi la porta ed apre il kit, trovandolo vuoto; gli altri sopravvissuti hanno rubato le scorte. Pur inizialmente furiosa, nota un elicottero militare schiantatosi sul tetto. Convinta che possa contenere qualcosa per medicare la ferita di Joel, cerca un modo per salire fin lassù e trova un cancello, il quale però è chiuso e l'interruttore per aprirlo non ha corrente.

Trova quindi dei cavi e, ricordandosi degli insegnamenti di Joel, inizia a seguirli fino a raggiungere il generatore, che si rivela però essere a secco. Dopo aver ucciso alcuni Stalker nel parcheggio allagato, riesce a trovare del carburante con il quale fa ripartire il generatore, facendo però inavvertitamente cadere dei cavi nell'acqua e folgorandola. Seppur a fatica, riesce ad uscire dal garage senza rimanere a "friggere come una patatina"

Dopo aver ucciso altri infetti, ritorna al cancello. Sale quindi sull'elicottero e riesce fortunatamente a trovare un kit medico. Pur imbattendosi in cannibali ed infetti, riesce ad ucciderli tutti e ritorna da Joel, medicando la sua ferita. Lo lega poi ad un lenzuolo attaccato ad una lettiga, agganciandola al cavallo ed uscendo dal negozio. Alla fine, riesce a portare entrambi a Whitefish Lake. Lì, nasconde Joel in una casa abbandonata, prendendosi cura di lui ed uscendo a cacciare per procurarsi le provviste.

Inverno[]

Ellie punta l'arco contro David e James.

Ellie incontra per la prima volta David durante una caccia al cervo in inverno, dimostrandosi immediatamente cauta e guardinga nei confronti suoi e del suo amico James. David offre poi di scambiare con lei delle medicine in cambio della sua carne di cervo. Lei pretende degli antibiotici e li minaccia con un arco nel caso abbiano in mente qualcosa. James lascia quindi Ellie e David da soli per andare a prendere degli antibiotici al loro accampamento. I due si rifugiano quindi in un edificio per sfuggire al freddo e David chiede ad Ellie come si chiama. La ragazza, tuttavia, non glielo rivela.

Gli infetti attaccano poi il loro nascondiglio. David aiuta Ellie a respingerli e si complimenta con lei per la sua abilità nel maneggiare il fucile. Collaborando per respingere diverse ondate di infetti, Ellie inizia a fidarsi di David.

Dopo aver completamente ripulito gli edifici, Ellie e David ritornano al loro originario nascondiglio. Lì, David le espone la sua filosofia, secondo la quale tutto accade per un motivo, che Ellie non condivide. David tuttavia ne è fortemente convinto e glielo dimostra, rivelandole che gli uomini che hanno attaccato lei e Joel all'università sono parte del suo gruppo. Appena ritornato, James punta un'arma contro Ellie, ma David gli ordina di abbassarla e la lascia andare con le medicine. Ellie torna quindi da Joel e gli somministra i medicinali, andando poi a dormire.

David ha lasciato effettivamente andare Ellie, ma ha fatto sì che i suoi uomini la seguissero. Inizialmente, avevano ricevuto ordine di prenderla viva, ma in seguito cercano di ucciderla dopo aver scoperto da James che è stata lei ad uccidere i loro uomini all'università. A cavallo di Callus, Ellie si fa inseguire dagli uomini di David per allontanarli da Joel, con il cavallo che viene però ucciso. Mentre cerca di fuggire a piedi, Ellie attraversa una baita ma viene raggiunta da David, che la sorprende e riesce a farle perdere i sensi ed a catturarla.

Ellie osserva James fare a pezzi un cadavere umano.

Quando Ellie si risveglia all'interno di una cella, osserva James tagliare a pezzi un cadavere umano e capisce che la banda di David è composta da cannibali. Visibilmente disgustata, viene raggiunta proprio da David. Costui le dà del cibo, affermando che è semplicemente cervo, e lei lo mangia con riluttanza. David le dice poi di voler fare il suo bene e le sfiora delicatamente il braccio, con lei che però gli spezza due dita e cerca di recuperare le chiavi, non riuscendoci. David la sbatte quindi contro le sbarre della cella e promette di ucciderla, tagliandola in "piccoli pezzettini".

Il giorno seguente, David e James entrano nella cella e tirano fuori Ellie, sbattendola sul tavolo e cercando di tagliarla a pezzi per ucciderla e cibarsene. Appena prima che David la colpisca, la ragazza afferma di essere infetta e gli dice che lo è anche lui, poiché precedentemente lo aveva morso. Inizialmente scettico, David "sta al gioco" quando Ellie gli dice di tirarle su la manica, notando con orrore il morso. James è terrorizzato ma David tenta di calmarlo dicendogli che se fosse veramente infetta si sarebbe già trasformata.

David esamina il morso di Ellie.

Approfittando del fatto che James abbia lasciato il suo braccio sinistro per osservare il morso, Ellie afferra la mannaia di David e la usa per colpire la gola di James, uccidendolo. David, furioso, spara ad Ellie con una pistola, mancandola. Mentre la ragazza fugge dalla stanza, David le urla dietro che non potrà mai sfuggirgli perché questa è "la sua città".

Alla fine, David riesce a trovare Ellie in un ristorante abbandonato, bloccando le uscite e provocandola dicendole che se vuole uscire dovrà prendergli le chiavi. Inizia quindi a seguirla per il ristorante armato di un machete, con Ellie che è costretta ad avvicinarsi furtivamente a lui per attaccarlo e cercare di prendere le chiavi.

Dopo averlo sorpreso, riesce a pugnalarlo due volte con il suo coltello a serramanico, facendolo infuriare e spingendolo a sbatterla contro un tavolo per poi afferrarle i capelli e lanciarla a terra. I due svengono poi entrambi.

Ellie piange fra le braccia di Joel.

Una volta risvegliati, David è il primo a riprendersi. Si fa quindi beffe di Ellie, dicendole che è giusto arrendersi. Non nota però che il suo machete è caduto sotto un tavolino. Calcia quindi Ellie sullo stomaco e tenta di strangolarla.

La ragazza riesce tuttavia a raggiungere il machete e lo usa per colpirlo ad un braccio. Con l'uomo caduto a terra, Ellie gli maciulla la faccia a colpi di machete in uno stato di visibile rabbia ed isteria, venendo infine raggiunta da Joel, che la abbraccia e consola.

Primavera[]

Con l'arrivo della primavera, Joel ed Ellie raggiungono finalmente Salt Lake City, la loro meta. Ellie ha ormai compiuto 15 anni. Durante la prima metà del viaggio, la ragazza rimane in silenzio, ancora visibilmente scossa dagli eventi dell'inverno. Joel le dice quindi che possono tranquillamente finirla lì e tornare entrambi da Tommy. Lei lo ringrazia ma rifiuta, affermando che dopo tutto quello che hanno passato, non può essere tutto inutile. Dopo l'incontro con numerosi infetti in una galleria abbandonata, Joel rimane intrappolato in un bus sommerso.

Ellie in sala operatoria.

Ellie tenta di aiutarlo ma non ci riesce e per poco non affoga. Mentre Joel tenta di rianimarla, viene stordito da alcune Luci. Ellie viene quindi rianimata e immediatamente portata in sala operatoria sotto ordine di Marlene, così da permettere alle Luci di creare un vaccino contro il fungo. Nel farlo, tuttavia, il Cordyceps mutato dovrà essere estratto dal cervello di Ellie, il che la ucciderebbe.

Informato da Marlene, Joel protesta ma viene ignorato. Marlene ordina poi ad una Luce di nome Ethan di scortarlo fuori dall'edificio; se tenterà di fare qualcosa, è autorizzato ad ucciderlo. Lungo la strada, Joel lo uccide e recupera le sue armi, dirigendosi verso la sala operatoria e salvando Ellie.

Dopo essere sfuggito alle Luci prendendo un ascensore verso il garage, viene raggiunto da Marlene, che cerca di intimidirlo dicendo che se lasciasse andare Ellie, potrebbe venire fatta a pezzi da un branco di infetti o violentata da dei criminali. Ignorandola, Joel le spara e la uccide. Più tardi, Ellie si sveglia nell'auto di Joel lungo la strada per Jackson, chiedendogli cos'è successo.

Ellie domanda a Joel la verità.

I due raggiungono quindi finalmente l'insediamento di Tommy, dove Joel le dice che potranno iniziare una vita normale. Ellie pare però essere depressa per quanto accaduto e, per non farla sentire in colpa, Joel le rivela che le Luci avevano già trovato decine di persone immuni e che comunque non era servito a niente.

Una volta raggiunto l'insediamento, Ellie dice a Joel che quando venne morsa, era insieme ad una sua amica. Le due avevano deciso di aspettare di trasformarsi insieme, ma che lei sta ancora aspettando il suo turno. Gli chiede poi di giurarle che tutto ciò che le ha raccontato sulle Luci è vero, e Joel risponde con un deciso "lo giuro".

Eventi di The Last of Us Parte II[]

La chitarra[]

Poche settimane dopo il loro arrivo, Joel ed Ellie si sono già ambientati nella vita a Jackson. Una sera, Joel visita casa di Ellie, ovvero un garage convertito a "casa" presente nel retro di casa sua. Joel quindi bussa e la chiama, ma lei non lo sente perché sta disegnando ed ascoltando della musica col suo walkman. Per attirare la sua attenzione, Joel entra e le calcia la sedia, spaventandola.

Ellie disegna.

Ellie gli chiede perché l'ha visitata e lui le risponde che "passava". Mentre le spiega di come ha saputo dagli abitanti che sono rimasti impressionati dai suoi contributi, è evidente che c'è tensione fra i due, principalmente a causa della brusca risposta di Joel sulle Luci. Joel prova anche a raccontarle una barzelletta, ma se la dimentica. Ellie lo interrompe dicendogli che è già tardi e che domattina dovrà alzarsi presto, con Joel che promette di "levarsi dai piedi" dopo averle fatto sentire una cosa.

Joel canta per Ellie.

Esce quindi dalla porta e rientra con una chitarra, facendo promettere ad Ellie di non ridere e cantandole Future Days dei Pearl Jam. Le sue parole colpiscono molto la ragazza, che lo ascolta come incantata.

Ellie con la sua nuova chitarra.

Una volta finita la canzone, Joel le regala la chitarra. Seppur inizialmente riluttante, Ellie la accetta quando Joel le ricorda di averle promesso di insegnarle come suonarla. I due programmano quindi la prima lezione per la sera successiva.

Prima che Joel esca, Ellie gli chiede della barzelletta. Joel, divertito, la racconta: "Qual'è il colmo per un orologiaio? Non mangiare il secondo". Ridendo, Joel augura ad Ellie una buonanotte ed esce.

Vita a Jackson[]

Dal 2034 al 2038, Ellie procede con la sua vita a Jackson, conoscendo e facendo amicizia con Dina e Jesse, pattugliando insieme a loro i dintorni dell'insediamento e ripulendoli dagli infetti. Si fa anche tatuare una falena sul braccio sinistro per coprire un'ustione inflittasi con l'acido per coprire il morso.

Ellie dopo aver spinto Joel in acqua.

Il giorno del suo sedicesimo compleanno, nel 2035, Joel la porta in un museo abbandonato nei pressi di Jackson. Lungo la strada, le fa fare pratica con la chitarra, dicendo che inizierà a migliorare e che le mancano soltanto i calli sulle dita. A metà percorso, la spinge in acqua per farle fare pratica col nuoto. Lei ricambia il favore buttandolo nel fiumiciattolo vicino mentre stavano osservando un cervo. Giunti al museo, Ellie si emoziona alla vista di una gigantesca statua di Tirannosauro a grandezza naturale, sulla quale si arrampica per poi tuffarsi in acqua.

Una volta entrati, iniziano ad osservare le varie riproduzioni mentre Joel (che Ellie obbliga ad indossare un cappello) racconta diversi aneddoti su film che ha visto (menzionando anche i primi due Jurassic Park). Arrivati al secondo piano, trovano la sezione relativa alla mostra spaziale. Dato che ha sempre voluto fare l'astronauta, Ellie è in visibilio ed inizia a giocare con i vari modellini, impressionando Joel con la sua conoscenza in materia.

Ellie "va nello spazio".

I due entrano poi in una capsula spaziale, con Joel che le dà come regalo una cassetta da inserire nel suo walkman, consigliandole di chiudere gli occhi. La cassetta si rivela quindi essere una registrazione del decollo dell'Apollo 11, con Ellie che ascoltandola immagina di decollare e volare nello spazio. Terminata la registrazione, ringrazia Joel per il regalo; usciti dalla capsula, lui le dà una medaglietta che simboleggia il suo "atterraggio" sulla Terra.

Ellie ringrazia Joel.

Non volendo chiudere lì la giornata, Ellie insiste per controllare anche il resto del museo. Joel la avverte che non sono stati tutti ripuliti dagli infetti, ma lei entra comunque. Mentre si guarda intorno, trova numerosi messaggi scritti sui muri da un uomo apparentemente nascostosi lì. Proseguendo, trova il suo cadavere suicida ed una lettera, la quale rivela che si trattava di un ex-Luce nascostasi lì per trovare speranza ma finendo per perdere quella poca che aveva rimasta. Entrando in una stanza, viene travolta da un cinghiale bloccato lì. Joel la sente e riesce ad entrare, trovandola mentre fisse un simbolo delle Luci sul muro con sotto la scritta "Bugiardi". Joel la convince ad uscire ed a dimenticarsi di loro.

Un anno dopo, Ellie è di pattuglia con Tommy ed è persa nei suoi pensieri, rivelando di stare uscendo con la sua amica Cat e di avere paura di come ciò possa intaccare il suo rapporto con Dina o con Joel. Per distrarla, Tommy le presta il suo fucile di precisione e le permette di uccidere alcuni infetti da lontano. Una volta finito, le chiede cosa succede fra lei e Joel, ma lei non risponde.

Ellie trova i cadaveri dei due ragazzini infettati.

I due ritornano alla baita dove stavano alloggiando e dove Joel sta suonando la chitarra di Ellie. Lui le rivela che le corde della sua chitarra si stanno usurando, sorprendendola dato che lei non pensava potessero danneggiarsi. Tommy, come scusa per farli andare fuori insieme, li convince ad andare a cercare il negozio di musica lungo la strada.

Mentre si dirigono lì a cavallo, Joel rivela di aver trovato alcuni fumetti di Savage Starlight e di averli letti, spiegando che non sono esattamente il suo genere ma che capisce perché le piacciano, divertendola. Una volta arrivati, i due trovano la strada verso il negozio bloccata e decidono di tagliare attraverso un hotel. Esso è però pieno di spore. Joel obbliga quindi Ellie ad indossare la maschera, in caso si imbattano in altri sopravvissuti. All'interno, eliminano numerosi infetti ma vengono sorpresi da un Bloater, che Joel uccide per salvare Ellie.

Ellie chiede a Joel se le abbia mentito.

Entrati nel bar, trovano i cadaveri di due ragazzi, una morta e l'altro trasformato in un Clicker che Joel uccide. Leggendo una lettera vicino al primo cadavere, Ellie capisce che si tratta di due adolescenti che avevano abbandonato Jackson l'anno precedente per andare ad unirsi alle Luci ed aiutarle a "salvare il mondo", finendo per venire attaccati e morsi da un'orda di infetti. Sentendosi in colpa, Ellie chiede a Joel di raccontarle cosa accadde realmente in quell'ospedale, ma lui riafferma che ci sono numerose altre persone immuni. Quando lei ribatte, lui le risponde bruscamente che non esiste nessuna cura e le chiede di aiutarlo a portare i cadaveri da Tommy perché possano essere seppelliti.

Ellie dichiara di aver chiuso con Joel.

Poco dopo, Ellie ritorna da sola all'Ospedale di St. Mary a Salt Lake City, uscendo nel bel mezzo della notte e lasciando un biglietto per Joel. Una volta lì, trova una registrazione di Mel, un ex-Luce che afferma che Ellie era l'unica immune e che ormai l'unico dottore in grado di sviluppare un vaccino è morto. La mattina dopo, Joel la raggiunge ed abbraccia, rimproverandola per essersene andata. Lei però lo allontana e gli ordina di raccontarle la verità, minacciando di andarsene per sempre se le mentirà ancora. Seppur esitante, Joel le spiega che per creare un vaccino l'avrebbero ucciso e di averli fermati. La notizia sconvolge Ellie che, pur promettendo di ritornare a Jackson, dichiara di aver chiuso con lui.

La perdita di Joel[]

Due anni dopo, partecipa ad una festa nella chiesa di Jackson. Jesse, anche lui invitato, si avvicina a lei al bancone, comunicandole di come Joel gli rinfacci sempre di fare attenzione durante le pattuglie, in particolare quando esce con lei. I due guardano poi Dina ballare al ritmo di Little Sadie.

Ellie rifiuta l'aiuto di Joel.

Terminata la canzone, Dina si avvicina a loro e, dopo aver bevuto un po' dal bicchiere di Ellie, la trascina sulla sala da ballo. Dopo un breve scambio, le due si baciano in mezzo alla stanza. Seth si avvicina quindi a loro e rinfaccia che "ci sono delle famiglie". Quando le due si allontanano, Seth le definisce "lesbiche arroganti", portando Ellie ad infuriarsi e tornare indietro. Viene però interrotta quando Joel si frappone e spinge via Seth ordinandogli di lasciarla stare, aiutato da Tommy e Maria che lo fanno uscire. Quando però cerca di parlare con Ellie, lei lo caccia in malo modo.

Ellie trova Joel sulla veranda di casa sua.

Più tardi quella notte, Ellie raggiunge la casa di Joel e lo trova mentre suona la chitarra e beve del caffè sulla sua veranda. La conversazione fra i due inizia con Ellie che gli chiede dove ha trovato quel caffè, con lui che le risponde di averlo scambiato per qualcosa che "non ha il coraggio di dirle" con dei tizi venuti la settimana scorsa. Ellie lo avverte poi di non intromettersi nelle sue faccende e di non rimproverare Jesse quando esce in pattuglia con lei. Joel, nel tentativo di cambiare argomento, le chiede se Dina è la sua fidanzata. Ellie gli risponde di no, ma lui le dice tranquillamente che Dina sarebbe fortunata ad avere una come lei. Ellie quindi lo insulta, accusandolo di aver impedito che la sua vita avesse un senso salvandola da quell'ospedale. Joel però è deciso: anche se Dio gli concedesse di rivivere quel giorno, rifarebbe la stessa identica cosa. Ellie gli risponde quindi che non sa se riuscirà mai a perdonarlo, ma che le piacerebbe provare. Con le lacrime agli occhi, Joel le risponde che ci spera.

Ellie perdona Joel.

La mattina dopo, Ellie si sveglia al suono di Jesse che bussa alla sua porta. Sebbene lei si sia baciata con Dina, sua ex-ragazza, non prova alcun rancore nei suoi confronti. I due entrano quindi nel bar, dove Seth si scusa con Ellie e le dà dei panini, dicendole di aver bevuto troppo. Ellie, Jesse e Dina si preparano quindi ad uscire di pattuglia per sostituire Tommy e Joel. Ellie si incontra con Dina e le due si riconciliano. Vengono però interrotte da alcuni bambini che vogliono giocare a palle di neve, decidendo di unirsi allo "scontro".

Ellie e Dina si preparano ad uscire di pattuglia.

Più tardi, di pattuglia, Ellie e Dina si imbattono nella carcassa di un alce e si rendono conto che è stata attaccata da degli infetti. Indagano quindi in un supermarket abbandonato, venendo attaccare da un gruppo di Clicker ma riuscendo ad eliminarli furtivamente. Con l'avvicinarsi di una mastodontica tormenta, le due decidono di rifugiarsi in una biblioteca vicina, vecchio nascondiglio di Eugene, un amico di Dina ormai morto che teneva nascosti nel seminterrato quintali di erba. Dopo aver trovato della marijuana fresca in un barattolo ed averla fumata, le due si baciano.

Ellie a cavallo di Shimmer.

Più tardi, mentre sono a letto insieme, vengono trovate da Jesse (sorpreso sia dall'averle trovate insieme che dalla quantità di erba lì sotto), il quale le avvisa che Tommy e Joel sono scomparsi. I tre quindi si dividono per andare a cercarli.

Ellie bacia Dina.

Dopo aver girato per un po' a cavallo, Ellie si imbatte nella baita del WLF con decine di cadaveri di infetti fuori dal cancello. Pregando che i due stiano bene, raggiunge il seminterrato della baita e vede Joel gravemente ferito e circondato dai soldati del WLF. Cerca quindi di aiutarlo, ma viene immediatamente immobilizzata e può solo guardare mentre Abby finisce Joel fracassandogli il cranio con una mazza da golf. La morte improvvisa di Joel le fa fischiare le orecchie fuori controllo, impedendole di origliare la conversazione fra i soldati fino a che non viene stordita da un calcio in faccia. Più tardi, viene trovata e svegliata da Dina e Jesse.

Ellie è costretta a guardare mentre Abby uccide Joel.

Dopo essere ritornata a Jackson, Ellie è rimasta traumatizzata dagli eventi e viene avvicinata da Tommy nella sua stanza. I due discutono sul vendicarsi o meno, con Ellie decisa a partire per Seattle (dove è situata la base del WLF) e Tommy che prova a convincerla a non partire. Lei gli dice però che ha intenzione di partire, con o senza di lui, e lui le chiede almeno un giorno per parlare con Maria.

"Se vai, ti seguo."

La mattina dopo, Ellie scopre che Tommy è partito per Seattle da solo e che Maria ha chiuso le stalle. Sapendo che Ellie sarebbe partita comunque, Maria concede a lei e Dina un cavallo e delle munizioni, chiedendo loro di riportarle vivo "quell'imbecille di suo marito".

Caccia ad Abby[]

Ellie e Dina raggiungono la zona esterna a Seattle a cavallo di Shimmer. Ellie riesce quindi ad arrampicarsi sul muro esterno della ZQ (Zona di Quarantena) e ad attivare un generatore per aprire il cancello e far entrare anche Dina col cavallo, trovando un biglietto che afferma che il WLF ha un avamposto all'Hotel Serevena. Il generatore per aprire il cancello verso l'hotel è però privo di carburante.

Le due partono quindi per cercare la benzina in due luoghi separati: la "cupola" (ovvero la sinagoga di Seattle) ed il tribunale. Entrando prima nella sinagoga, eliminano alcuni infetti nel cortile esterno e riescono ad entrare, trovando però la cisterna con la benzina vuota. Si dirigono quindi verso il tribunale, nel cui garage pare essere nascosto del carburante. Dopo essere entrate ed aver ripulito l'edificio da alcuni infetti, molti dei quali proprio nel garage, riescono a recuperare la benzina ed a tornare al cancello, rifornendo il generatore ed aprendolo. Entrate nel Serevena, trovano morti Nick ed un altro soldato del WLF, entrambi torturati ed uccisi da Tommy. Prima di morire, i due avevano confessato il codice per sbloccare il secondo cancello, che le due aprono per proseguire. Tuttavia, dopo aver calpestato un filo, fanno scoppiare una mina che azzoppa il cavallo. Mentre Dina, caduta lontano, riesce a mettersi in salvo, il leader della pattuglia, Mike, ordina ai suoi uomini di inseguirla ed uccide Shimmer, per poi rubare il fucile ad Ellie e tramortirla.

Poco dopo, Ellie si risveglia all'interno di una scuola legata ad una sedia con Jordan di fronte a lei. Riconoscendola da Jackson, Jordan le chiede quindi in quanti siano, venendo però interrotto da Mike, il quale ha ricevuto ordine da Isaac, leader del WLF, di uccidere tutti gli intrusi. Mentre i due discutono, Dina si arrampica sul tetto e spara a Mike, uccidendolo; Jordan spara però al vetro sotto i suoi piedi, facendola cadere. Si appresta quindi a strangolarla, ma Ellie riesce a liberarsi ed a recuperare il suo coltello a serramanico, usandolo accoltellarlo al collo e farlo morire dissanguato. Dal suo cadavere, recupera poi delle foto di Leah, prima di venire interrotta dall'arrivo di alcuni soldati del WLF. Le due li uccidono e riescono a fuggire, scoprendo che Leah si trova in uno studio TV vicino.

Dopo essere giunte allo studio TV evitando numerose trappole esplosive, trovano il cavallo di Tommy sbranato dagli infetti e Leah morta al piano superiore, uccisa dalla setta dei Serafiti. Oltre a ciò, nello zaino della donna, le due trovano anche le foto del gruppo che ha ucciso Joel a Jackson, scoprendo i loro nomi. Tuttavia, la radio vicina rivela che una squadra del WLF sta arrivando allo studio TV per cercare i Serafiti, obbligando le due a fuggire nel sistema metropolitano, il quale è colmo di spore e, di conseguenza, brulica di infetti.

Inseguite da una squadra del WLF, le due aizzano contro la milizia un enorme branco di Clicker, fuggendo e sfuggendo a malapena dagli infetti, imbattendosi anche in un gran numero di pericolosissimi e mastodontici nuovi infetti noti come Shambler. Riuscendo ad uscire, Ellie cade però dal rottame di un treno e la sua maschera antigas si rompe. Dina cerca di darle la sua, ma Ellie rivela di essere immune. Prima che possa spiegarle tutto, vengono attaccate da un'orda di infetti alla quale riescono a fuggire a malapena.

Rifugiatesi in un teatro, Ellie racconta a Dina della sua immunità e lei le rivela di essere incinta. Furiosa del fatto che Dina le abbia tenuto nascosta una cosa così importante, Ellie decide di lasciarla riposare mentre lei controlla che l'edificio sia sicuro. Trova una radio, ma non riesce ad individuare la frequenza corretta e decide quindi di controllare il salone, nel quale entra grazie ad un paio di chiavi trovato vicino alla radio. Nel salone, trova una chitarra e la suona, cantando per un po' Future Days per poi addormentarsi.

La mattina dopo, dopo essersi svegliata, trova Dina nella sala radio che vomita. Dopo averla confortata, scopre che è riuscita a sistemare la radio per ascoltare le comunicazioni del WLF. Una trasmissione rivela quindi che un "intruso maschio" è stato avvistato nel settore 14: Hillcrest. Credendo che si tratti di Tommy, Ellie decide di lasciare Dina al teatro e di partire per andare a cercarlo. Prima che parta, Dina le dà il suo braccialetto portafortuna.

Giunta ad Hillcrest, Ellie trova la zona brulicante di infetti e soldati del WLF. Dopo aver evitato numerose pattuglie (le quali iniziano anche ad utilizzare dei cani da combattimento per scovarla) ed aver anche recuperato un arco da un ex-tiratore ormai infetto, riesce ad imbattersi finalmente nell' "intruso maschio", il quale però non è affatto Tommy: è Jesse, direttosi a Seattle per trovare le due ed aiutarle. I due rubano quindi un auto per sfuggire al WLF, ma finiscono in un lago dopo essersi scontati con un'orda di infetti. Fortunatamente, riescono a ritornare al teatro.

Mentre Jesse si riposa, Ellie scopre da Dina che, secondo una trasmissione radio, Nora si trova all'ospedale di Seattle. Non volendo farsi scappare quest'opportunità, Ellie parte immediatamente per l'ospedale nel tentativo di trovarla e scoprire da lei dove si trova Abby. Tuttavia, la situazione precipita quando Ellie finisce nel fiume in seguito all'attacco di un gruppo di Stalker ed è obbligata a fuoriuscire dalle fognature, ritrovandosi nel parco.

Esso si rivela però essere completamente invaso dai Serafiti, la setta che si contende con il WLF il dominio su Seattle. Sfuggita a fatica, la ragazza riesce finalmente a raggiungere l'ospedale ed a trovare Nora. Quest'ultima, dopo averle rinfacciato che Joel meritava di morire, si dà alla fuga; Ellie la insegue e riesce a metterla all'angolo in un corridoio crollato sopra la sezione sotterranea dell'ospedale, epicentro del contagio e di conseguenza invasa dalle spore. Si getta quindi al piano inferiore insieme a Nora, riuscendo a fuggire aizzando dei Clicker contro i soldati del WLF che la stavano inseguendo. Raggiunge quindi Nora, ormai infettata poiché priva della maschera antigas. Dopo essere stata torturata, Nora rivela quindi ad Ellie che Abby si trova all'acquario; ottenuta l'informazione, Ellie uccide Nora.

Dopo essere tornata al teatro ed essersi riposata, Ellie scopre che Jesse ha intuito che Dina è incinta e le chiede di farla tornare indietro; tuttavia, consapevole del fatto che Dina non abbandonerà mai Ellie, Jesse si offre di andare con lei verso l'acquario per far fuori Abby e tornare indietro il prima possibile. La mattina dopo, quindi, i due partono verso l'acquario lasciando ancora una volta Dina al teatro.

Lungo la strada, scoprono che l'acquario è irraggiungibile normalmente a causa di un'inondazione. Una volta raggiunto un avamposto del WLF, i due si dividono quando Jesse decide di dirigersi al porto, dove secondo una segnalazione è stato avvistato Tommy. Ellie ruba quindi una barca ed attraversa da sola il territorio del WLF, imbattendosi anche in numerosi Serafiti ma riuscendo a raggiungere l'acquario.

Raggiunta a nuoto la sua meta a causa di un guasto della barca, Ellie entra nell'acquario attraverso i condotti di ventilazione. Uno di essi però crolla, facendola cadere e rivelando la sua posizione ad un cane, che la aggredisce. Ellie riesce ad ucciderlo con il coltello a serramanico, raggiungendo poi la parte esterna dell'acquario ed imbattendosi in Owen e Mel.

Dopo averli minacciati, li obbliga ad indicarle su una mappa dove si trova Abby. Nonostante Mel inizialmente obbedisca, Owen cerca di attaccare Ellie, che lo uccide per autodifesa. Mel cerca quindi di accoltellarla, venendo anche lei uccisa. Prima di morire, Owen avverte però Ellie che Mel era incinta. Scioccata dalla notizia, la ragazza ha una crisi e collassa a terra, venendo poi raggiunta e tranquillizzata da Tommy e Jesse, insieme ai quali torna al teatro, dimenticando però a terra la mappa di Seattle dove era marcato il loro rifugio.

Durante la notte, dopo aver parlato con Tommy e Jesse, viene sorpresa dall'arrivo di Abby, la quale ha trovato i corpi di Owen e Mel insieme alla mappa, deducendo quindi il loro nascondiglio. Abby uccide quindi Jesse e spara in testa a Tommy, ferendolo gravemente. Ellie fugge dietro le quinte e lì affronta Abby, riuscendo a combattere alla pari per un breve periodo di tempo sfruttando a suo vantaggio le trappole esplosive ed il fucile a pompa. Viene però sopraffatta da Abby e quasi uccisa, salvandosi solo grazie all'intervento di Dina; le due vengono però entrambe sopraffatte. Abby è sul punto di ucciderle ma, dopo essere stata convinta da Lev, decide di risparmiarle a patto che abbandonino Seattle e non si facciano mai più vedere.

Un nuovo inizio[]

Un anno dopo, Ellie si è costruita una vita in una fattoria del Wyoming vicino Jackson, insieme a Dina e a suo figlio, che hanno chiamato JJ. Tuttavia, Ellie soffre di disturbo da stress-post traumatico in seguito alla morte di Joel, che non ha ancora superato completamente.

Un giorno, mentre raduna le pecore nel fienile con in braccio JJ, Ellie viene colta da un attacco di panico a causa della caduta di un rastrello, che le ricorda il rumore delle mazzate che Abby sferrò a Joel. Fortunatamente, Dina entra in tempo nel fienile e riesce a calmare lei ed il bambino.

Vendetta[]

Qualche giorno dopo, dopo essere rientrata da una battuta di caccia, Ellie scopre che Tommy è venuto a visitare lei e la sua famiglia. L'uomo, ormai zoppo, cieco da un occhio e divorziato, rivela ad Ellie di aver sentito che Abby è a Santa Barbara insieme a Lev e le propone di andare a chiudere i conti al posto suo, dato che ormai nelle condizioni in cui è non può più farlo. Ellie tuttavia rifiuta, portando Tommy ad infuriarsi ed uscire.

Durante la notte, Ellie rimugina sulle parole di Tommy e decide di partire per uccidere Abby, incapace di lasciarsi il passato alle spalle. Nonostante Dina la implori di non partire, lei decide di farlo. Così, dopo aver raggiunto Santa Barbara in barca, si mette alla ricerca di Abby.

Dopo aver superato una villa brulicante di infetti, cade però nella trappola di una banda di schiavisti nota come le Serpi, la quale ha catturato anche Abby e Lev. Appesa a testa in giù, nel tentativo di liberarsi, perde il coltello a serramanico e rimane infilzata sul ramo appuntito di un albero e sviene.

Si sveglia diverse ore dopo con l'arrivo di due Serpi, che la tirano di giù con l'intento di renderla una delle loro schiava. Ellie però provoca uno dei due, che la prende ed ha intenzione di farla mordere da un Clicker appeso ad un albero vicino. Una volta a portata, Ellie lancia l'uomo addosso all'infetto, che lo sbrana, mentre lei gli ruba il mitra e lo usa per sparare alle gambe dell'altro. Messo all'angolo, l'uomo le confessa la posizione di Abby nella speranza che Ellie lo risparmi; tuttavia, ricevuta l'informazione necessaria, lei gli spara in testa.

Dopo aver superato diverse Serpi ed essersi infiltrata nella loro base, Ellie si imbatte in una guardia che la getta a terra. Tuttavia, riesce a calciarla verso la cella con dentro i prigionieri, che la uccidono e le rubano le chiavi per uscire. Dopo aver scoperto da loro che Abby è giù ai "pali", Ellie scende per andare a cercarla, mentre i prigionieri assaltando la base ed annientano senza pietà la banda di schiavisti.

Raggiunti i pali, trova Abby e Lev legati ed ormai in fin di vita. Decide quindi di liberarli per permettere loro di raggiungere una barca, salvo poi obbligare Abby ad affrontarla minacciando di uccidere Lev. Nell'ultima colluttazione che ne segue, Ellie perde il coltello a serramanico (che cade in mare) e due dita (che Abby le stacca a morsi). Tuttavia, riesce a sopraffare Abby ed è sul punto di affogarla, ricordandosi però di Joel. Rendendosi quindi finalmente conto che la vendetta non porta a nulla e capendo che Abby e Lev sono ora nell'esatta situazione in cui si trovavano 5 anni prima lei e Joel (comprendendo finalmente il motivo per cui Joel l'ha salvata), decide di risparmiarla e permette a lei e Lev di allontanarsi in barca.

[]

Tornata alla fattoria, Ellie la trova vuota poiché Dina e JJ se ne sono andati. Salita al piano superiore, suona quindi un'ultima volta la sua chitarra, non riuscendoci a causa della perdita di anulare e mignolo. Dopo aver ricordato il suo ultimo incontro con Joel, la sera prima che venisse ucciso, prende con sé il suo zaino e si allontana, sola, verso un futuro incerto.

Personalità e tratti[]

Cresciuta in un'ambiente dove ogni standard o valore morale è privo di qualsiasi significato, Ellie è decisamente avventata, volgare, impulsiva e alle volte quasi capricciosa, impassibile davanti all'uso della violenza. Tuttavia, mantiene una particolare innocenza poiché deve ancora assistere ai più atroci atti umani e tende a fidarsi abbastanza presto delle persone. Ciò si contrappone al comportamento cauto, cupo e cinico di Joel.

È anche relativamente furba ed astuta, capace di fare qualunque cosa per tenere Joel e sé stessa in vita. Ha un ottimo istinto di sopravvivenza ed è una ragazza dalle mille risorse. Prende ordini da Joel, ma ricorda sempre di non aver bisogno di una balia.

Ellie è anche entusiasta di poter osservare il mondo esterno, poiché è rimasta confinata sin da piccola nella Zona di Quarantena. È ossessionata da qualunque cosa riesca a raccogliere dagli altri, come dischi musicali, film, libri e videogiochi. Spesso esprime la propria curiosità dopo aver raccolto delle provviste, in contrasto con la caratteristica indifferenza di Joel.

Non sembra aderire ad alcun tipo di religione, come dice a Sam quando questi le chiede se crede in un aldilà. Ammette che le piacerebbe crederci, ma che effettivamente non ci crede.

Sembra anche soffrire di monofobia (paura di rimanere da soli) e confessa a Sam che ciò che teme di più è perdere le persone a cui tiene. Questa paura deriva dal non aver conosciuto i suoi genitori ed aver perso la sua miglior amica Riley e la sua ex-protettrice Tess. Entrambe sono state vittima dell'infezione ed entrambe sono state infettate in sua presenza. Dopo essere stata salvata da Joel, che ha impedito alle Luci di operarla, sviluppa una particolare sindrome del sopravvissuto, confessando di sentirsi in colpa perché tutte le persone a cui voleva bene sono morte per l'infezione mentre lei, seppur morsa, sta ancora "aspettando il suo turno".

Ellie mostra spesso di avere difficoltà nel mostrarsi come una ragazza agli occhi degli adulti, a volte persino rimproverando quelli che dovrebbero occuparsi di lei. Infatti, è convinta di non avere bisogno di nessuno. Ciò è dovuto al fatto che è cresciuta in un orfanotrofio, dove ha imparato a cavarsela da sola. Un chiaro esempio è quando Joel viene ferito gravemente. Lei infatti lo carica sul cavallo, porta in un negozio abbandonato e continua a nutrirlo e a medicare la sua ferita per rimetterlo in salute.

La sessualità di Ellie indica che è interessata romanticamente alle donne. Neil Druckmann, uno dei direttori esecutivi, ha confermato che Ellie è infatti lesbica. Bacia Riley in Left Behind ed ha una relazione con Dina in Parte II.

Anni dopo, Ellie è diventata più matura e meno socievole, pur mantenendo il suo caratteristico senso dell'umorismo. Dopo la morte di Joel per mano del WLF, giura vendetta e, durante il suo viaggio, diventa perennemente triste e moralmente a pezzi. Nell'epilogo, soffre anche di disturbo da stress-post traumatico.

Abilità[]

In The Last of Us[]

Inizialmente, Ellie non è affatto competente in termini di sopravvivenza. Inoltre non sa nuotare, il che è un deficit non da poco, data la grande quantità di specchi d'acqua presenti nelle zone in cui viaggia. Porta con sé un coltello a serramanico, sua unica arma finché Joel non le affida una pistola. La sua giovane età porta Joel a dubitare della sua competenza e a non darle un'arma da fuoco, almeno finché lei non lo salva da un cacciatore; in seguito, lui le insegnerà anche come maneggiare un fucile da caccia. Con il proseguire della storia, diventerà sempre più abile nel combattimento ed inizierà ad usufruire di un modesto arsenale, composto da pistola, fucile, arco, esplosivi ed il caratteristico coltello a serramanico.

A volte è possibile giocare nei suoi panni, esattamente come accade con Joel per la maggior parte del gioco. Inizialmente sarà armata di un arco, che utilizza molto bene. Le sue abilità furtive sono simili a quelle di Joel e possiede anche una versione depotenziata della Modalità Ascolto già posseduta da Joel. Rispetto a Joel, tuttavia, ha delle capacità di combattimento limitate e non è capace di sconfiggere uomini adulti direttamente, ritrovandosi costretta prima a stordirli con un mattone o una bottiglia. È anche priva della forza necessaria ad afferrare umani ed infetti, il che significa che non può utilizzarli come scudi umani. È inoltre ovviamente molto inesperta rispetto a Joel, venendo spesso sorpresa quando è da sola. David la definisce "facile da rintracciare" ed è anche riuscito a strangolarla fino a farle perdere i sensi sebbene lei avesse in mano il coltello a serramanico. Ha anche fatto molta fatica nello sconfiggere David in un combattimento corpo a corpo, venendo quasi strangolata a morte e riuscendo ad ucciderlo solo usando il suo stesso machete contro di lui.

Quando non si gioca nei suoi panni, Ellie è una compagna capace, data la sua capacità di individuare i nemici e segnalare a Joel la loro posizione. Inoltre, non può venire individuata sinché ciò non accade a Joel e combatterà con lui una volta scoperti. In rare occasioni, potrebbe dargli delle munizioni o un kit medico. Può anche attaccare con il coltello a serramanico i sopravvissuti ostili che afferrano Joel, a volte anche stordendoli con un mattone o una bottiglia, così da permettere a Joel di sopraffarli. Data la sua corporatura esile, Joel la solleva spesso sopra ostacoli e sporgenze, dove lei può abbassare scale o far cadere oggetti per permettergli di passare.

La più importante ed esclusiva abilità di Ellie, tuttavia, è la sua totale immunità al fungo. A causa di una strana mutazione nel suo cervello sviluppatasi dopo la sua iniziale infezione, è divenuta immune a morsi di infetti e spore. Nonostante ciò, gli infetti non la riconoscono come una di loro e la attaccano comunque. Nel gioco viene spiegato che, se questa mutazione fosse stata studiata, sarebbe stato possibile sviluppare un vaccino rimuovendo la porzione infetta del suo cervello. Ciò non è mai avvenuto poiché l'operazione avrebbe portato alla sua morte, che Joel non ha ovviamente permesso.

In The Last of Us Parte II[]

In The Last of Us Parte II, Ellie ha ormai imparato come nuotare, cantare e suonare la chitarra. La sua capacità con le armi da fuoco è di gran lunga migliorata e può ora maneggiare una grande varietà di armi con facilità. È fisicamente più forte, capace di utilizzare i nemici come scudi umani e costruire frecce, utilizzando anche armi da mischia come machete e martelli, pur favorendo il coltello a serramanico come arma a corto raggio. Quest'ultimo viene utilizzato quasi sempre, poiché fatica ad affrontare avversari come Abby senza di esso.

Tuttavia, la sua forza ha dei limiti ed i nemici si libereranno dalla sua presa se non agisce rapidamente. Pur riuscendo a sopraffare degli individui di dimensioni normali, fa comunque molta fatica. Contro gli infetti, Ellie si libera a fatica dalle loro prese e viene spesso sopraffatta. La sua velocità ed agilità sono anche notevolmente migliorate e sono divenute la sua risorsa migliore, permettendole di seminare o inseguire nemici indipendentemente dal terreno sul quale si trova. I suoi riflessi sono migliorati e le permettono di schivare ed evitare attacchi letali con relativamente poca fatica. Non può, tuttavia, evitare gli attacchi ripetuti di molteplici avversari.

I suoi anni di lotta contro infetti e banditi l'hanno resa molto più resistente della maggior parte delle persone, permettendole di sopportare numerose ferite che nel corso degli anni hanno segnato il suo corpo. È in grado di sopraffare la stanchezza ed ignorare quasi completamente tagli, colpi contundenti e ferite aperte, in alcune occasioni strappando direttamente delle frecce conficcate nel suo corpo e proseguendo come se niente fosse, oppure precipitando da una finestra ed atterrando in un fiume per poi riuscire a riemergere; il suo esempio più noto di resistenza fisica si ha a Santa Barbara, quando viene appesa a testa in giù da una trappola, rimane impalata su un ramo spezzato, perde i sensi e si risveglia diverse ore dopo, liberandosi ed uccidendo due Serpi ed infine raggiungendo il loro covo ed eliminandole quasi tutte, tutto questo dopo aver perso molto sangue.

Nonostante questi miglioramenti, Ellie è comunque in difficoltà quando affronta avversari fisicamente superiori come Abby, la quale è riuscita a sopraffarla e sconfiggerla grazie alla sua forza bruta. Durante il loro scontro finale, Ellie è riuscita a sconfiggerla poiché era severamente indebolita, perdendo però due dita a causa sua. A causa dell'incidente, ha perso la capacità di suonare la chitarra.

Aspetto fisico[]

Un Ellie molto diversa vista nel trailer rilasciato nel 2012.

Ellie è descritta da una Luce deceduta come una ragazza dai capelli rossi ed alta circa 1.60 metri. Ha gli occhi verdi, la pelle liscia e con delle lentiggini, una cicatrice sul sopracciglio destro ed è relativamente magra. Quando, durante un'intervista, a Neil Druckmann è stato chiesto della cicatrice sul sopracciglio, lui ha risposto che quella cicatrice ha una storia, ma che non è ancora il momento di raccontarla. Essa le è stata inferta prima ancora degli eventi de Il Sogno Americano e Left Behind. Diversi anni dopo gli eventi di The Last of Us, i suoi capelli sono diventati più scuri ed ora presenta un tatuaggio sul braccio destro. I suoi lineamenti sono ora più definiti ed è diventata più alta. La sua voce è inoltre diventata più profonda.

Al termine di The Last of Us (come bonus per aver preordinato il gioco) è possibile sbloccare degli indumenti alternativi per Ellie.

In un commentary della scena dove lei e Joel vengono attaccati quando sono in auto nel primo capitolo, è stato rivelato che Ellie è stata designata per ricordare molto Ashley Johnson (la sua doppiatrice originale). Neil Druckmann, direttore creativo del gioco, ha parlato di ciò, dicendo che "dopo esserci concentrati sulla narrativa del gioco negli scorsi mesi, abbiamo deciso di modificare il modello di Ellie per riflettere di più la personalità di Ashley e ricordare una ragazzina più giovane ed adatta alla storia. Siamo molto soddisfatti del risultato finale mostrato nel video di oggi e speriamo che possa piacere anche ai fan."

Durante il suo scontro finale con Abby nel secondo capitolo, l'ex-membro del WLF le stacca a morsi parte di anulare e mignolo della mano sinistra.

Relazioni[]

Joel[]

Il rapporto fra Ellie e Joel non è iniziato nel migliore dei modi. La ragazza faticava a convincerlo a fidarsi di lei e lui inizialmente credeva mentisse sulla sua immunità all'infezione. Non riusciva nemmeno a parlare di argomenti personali con lui, poiché l'uomo chiudeva la discussione non appena si parlava di persone come Tess o Sam. Con il passare del tempo, i due stabilirono un legame padre-figlia e di protezione.

Joel and Ellie Horseback.jpg

Uno degli aspetti chiave del loro rapporto è la paura di Ellie di perdere Joel così come ha perso Riley, Tess o Sam. Teme di ritrovarsi ancora da sola e ciò rende il suo legame con Joel ancora più importante. Inoltre, inizialmente aveva paura che Joel potesse abbandonarla, come visto a Pittsburgh quando non era capace di lasciarlo proseguire da solo e lo seguiva di continuo. Ciò viene anche sottolineato quando, nella città di Tommy, Ellie si mostra riluttante nell'andare con Maria ed allontanarsi da Joel. Questa paura si dissolve quando Joel cambia idea e decide di rimanere con lei. In seguito ad una discussione fra i due in un ranch abbandonato, Ellie inizia a fidarsi di Joel e non ha più paura che possa abbandonarla, lasciandolo anche proseguire momentaneamente da solo.

Quando Joel decide di lasciarla con Tommy, Ellie si mostra delusa. Tuttavia, giunto il momento di salutarsi, l'uomo non è capace di lasciarla andare e decide di rimanere con lei, promettendo anche di insegnarle come nuotare e suonare la chitarra.

Ellie allontana Joel.

Ellie tiene anche molto a Joel, come visto quando si prende cura di lui dopo che è stato ferito. Ciò dimostra come sia pronta a fare tutto il possibile per mantenerlo in vita, anche mettendo a repentaglio la propria.

Anche Joel inizia ad affezionarsi molto ad Ellie, facendo tutto ciò che è in suo potere per proteggerla e mantenerla al sicuro. Ha persino torturato ed in seguito ucciso in modo piuttosto brutale due uomini di David per scoprire dove l'avessero portata.

Sebbene inizialmente Joel non voglia che Ellie parli di Sarah, dopo essersi affezionato a lei inizia a permetterle di parlarne. All'inizio, Ellie non riusciva mai a farlo parlare del proprio passato ed ha scoperto solo da Maria che sua figlia era morta. Alla fine, Joel si apre finalmente ad Ellie e le parla di sé. Ciò culmina quando Ellie gli restituisce la foto di lui e Sarah e lui decide di tenerla, contrariamente a quanto avesse fatto con Tommy. Verso la fine del primo capitolo, Joel fa diversi paragoni fra Ellie e Sarah, affermando che le due sarebbero state buone amiche.

Che sia stato in un atto di egoismo o per mostrare come non fosse disposto a perdere un'altra "figlia", Joel ha salvato Ellie ed ha deciso di ricominciare con lei una vita normale. Di conseguenza, inizia a sorvegliarla e controllarla molto più spesso, alle volte persino decidendo per lei. Ciò genera una spaccatura nel loro rapporto, con Ellie che a sua volta fatica a credere alla storia di Joel secondo la quale le Luci "hanno smesso di cercare una cura".

Settimane dopo, nella comunità di Tommy, il loro rapporto viene rinsaldato quando lui le dona una chitarra, mantenendo fede alla sua promessa di insegnarle come suonarla.

Anni dopo, Ellie lo obbliga a raccontarle la verità su quanto successo nell'ospedale delle Luci, minacciando di andarsene se le mentirà ancora; seppur riluttante, Joel confessa. La rivelazione distrugge emotivamente Ellie, la quale pur tornando a Jackson afferma di "aver chiuso" con lui, decidendo di prendere le distanze. Nonostante ciò, tiene comunque molto a lui e dimostra di essere disposta a perdonarlo.

Dopo aver scoperto che Joel e Tommy sono scomparsi, Ellie esce per cercarli. Quando viene immobilizzata ed obbligata a guardare mentre Abby pesta a sangue Joel, lo implora di alzarsi ma non può fare niente se non guardarlo morire. La sua morte è il catalizzatore che la porta su una strada di vendetta, giurando di uccidere tutti coloro che hanno causato la sua morte. Giunta l'occasione di vendicarsi, sceglie però di risparmiare Abby ricordando la sua ultima conversazione con Joel e comprendendo che il rapporto fra Abby e Lev è pressoché identico a quello fra lei e Joel.

Riley Abel[]

Riley Abel è stata la prima a conoscere Ellie ed a fidarsi di lei dopo il suo arrivo nella zona di quarantena militare di Boston. Le due finiranno poi per avere un rapporto molto intimo e persino sviluppare una relazione romantica.

Tuttavia, inizialmente non andavano affatto d'accordo; sebbene Ellie fosse grata a Riley per averla aiutata con alcuni teppisti, non apprezzava il fatto che le avesse rubato il walkman e che continuasse a chiamarla "ragazzina". Tuttavia, dopo aver deciso di fuggire insieme, le due iniziarono a legare.

Ellie con Riley.

Riley rivela di desiderare un futuro al di fuori della zona insieme alle Luci. Questo insieme di spavalderia e coraggio colpisce molto Ellie, la quale arriverà al punto di essere disposta a rischiare la propria vita per quella dell'amica. Ciò tuttavia lascerà la ragazza profondamente rattristata quando Riley partirà senza dirle niente per unirsi alle Luci.

Quando le due si riuniscono dopo quarantasei giorni, Ellie è piuttosto arrabbiata con Riley a causa della sua partenza, che la aveva portata a credere fosse morta. Per riappacificarsi con lei, Riley la porterà ad esplorare un centro commerciale, dove le due riusciranno a riconciliarsi.

Quando Riley spiega ad Ellie che Marlene l'ha mandata insieme ad un gruppo di Luci verso un'altra città, Ellie le dice di seguire le proprie ambizioni. Tuttavia, col passare del tempo, i suoi sentimenti verso Riley si faranno più forti, portandola ad implorarla di non andarsene e a scambiare con lei un fugace bacio.

Quando le loro speranze di fuga vengono infrante, Ellie continua a supportare Riley anche quando lei stessa ormai ha perso la speranza. La morte di Riley per via dell'infezione avrà un grande impatto su Ellie e la spingerà a voler mettere a buon uso la propria immunità.

Marlene[]

Ellie descrive Marlene come "un'amica credo". La tratta come una madre adottiva dopo la morte dei suoi genitori. Per un breve periodo di tempo, furono le Luci a prendersi cura di lei, poiché Marlene stessa dovette allontanarsi da lei; le due non si conobbero mai direttamente finché Ellie non ebbe compiuto 13 anni. Inoltre, la ragazza non è al corrente della decisione di Marlene di sacrificarla per ottenere un vaccino.

Le due erano molto vicine, come visto quando Ellie non aveva intenzione di separarsi da lei per andare con Joel e Tess, venendo alla fine convinta da Marlene stessa. Anche all'inizio del suo viaggio con Joel continuerà a preoccuparsi per lei, chiedendo occasionalmente come pensa che stia.

Anna[]

Anna era la madre di Ellie, che la ragazza non ha mai conosciuto a causa della sua morte prematura. Ellie è sempre curiosa riguardo sua madre ed accetta con gioia il coltello a serramanico e la lettera da lei regalategli. Nella lettera, Anna afferma di essere orgogliosa e fiera di lei, con Ellie che commenta dicendo che sta "cercando di renderla orgogliosa".

Tess[]

Tess incontrò Ellie per la prima volta insieme a Joel, con Marlene che presentò la ragazza ai due come la "merce" che avrebbero dovuto consegnare fuori dalla città. Pur avendola attaccata durante il loro primo incontro, Ellie iniziò a legare con Tess durante il loro viaggio, rivolgendosi a lei per domande, dubbi o curiosità. Inoltre, si affezionò più a lei che a Joel.

Sebbene Tess inizialmente non credesse all'immunità di Ellie, se ne convinse poco dopo. Più tardi, al palazzo del governo, Tess confessò a Joel di essere completamente conscia del fatto che Ellie fosse immune, mostrandogli come il suo morso (di un'ora prima) fosse già peggiorato rispetto al suo (di tre settimane fa).

Tess era pronta a morire pur di assicurare ad Ellie una possibilità di sopravvivenza, vedendola come una possibile cura, e sacrificandosi per salvare lei e Joel dall'imboscata tesa dall'esercito al palazzo del governo. Ellie non era però d'accordo su ciò ed espresse anche in seguito il suo senso di colpa, cercando di scusarsi con Joel e sentendosi rispondere di "non parlare più delle nostre storie".

Un anno dopo, Ellie menzionò anche Tess quando espresse il suo senso di colpa a Joel, mostrando di non averla dimenticata e di essere rimasta profondamente scossa dalla sua morte. La sua filosofia del "non può essere tutto inutile" venne pesantemente influenzata dalla sua morte, non volendo sprecare l'occasione che Tess le aveva concesso.

Bill[]

Il rapporto fra Ellie e Bill fu inizialmente di ostilità, poiché la prima cosa che l'uomo fece nei suoi confronti fu ammanettarla ad un tubo. I due quindi iniziarono a disprezzarsi a vicenda. Tuttavia, poiché Bill doveva dei favori a Joel, Ellie fu costretta seppur con riluttanza a lavorare con lui. Vedendola come un peso piuttosto che un aiuto, Bill espresse in più occasioni rabbia verso Joel per aver accettato di prendersi in carico la ragazzina, anche insultandola per ragioni perlopiù stupide, come quando lei stava a detta sua "sistemando la sua cazzo dir roba", in realtà rubandogli diversi oggetti fra i quali due riviste ed una cassetta.

Dopo aver ottenuto l'auto, tuttavia, Bill ammette che Ellie si è comportata bene, pur vedendola sempre come un peso.

Henry[]

Ellie ha sempre nutrito rispetto nei confronti di Henry. Ha sempre considerato lui e Sam degli alleati ed ha sempre cercato di convincere Joel a fidarsi di loro. Inizialmente lo ha attaccato per difendere Joel, pur ammorbidendosi dopo aver visto suo fratello. Tuttavia, ha sempre preferito Joel a lui, scegliendo di rimanere con lui durante la fuga a Pittsburgh.

Nelle fogne, lo protesse dopo essere stata separata da Joel e Sam, uccidendo diversi infetti insieme a lui. Seppur con il passare del tempo Henry si fosse affezionato più a Joel, rimase comunque in ottimi rapporti con la ragazza, scherzando insieme a lei riguardo la sua passione relativa alle motociclette.

Anche Henry era disposto a proteggere Ellie, arrivando persino ad uccidere un Sam ormai infettato per salvarla, suicidandosi subito dopo per la disperazione.

Sam[]

Sam è stato l'unico coetaneo che Ellie ha incontrato durante il suo viaggio. Di conseguenza, i due legarono molto rapidamente, giocando con dei mirtilli e scherzando insieme. Lui le permise di sentirsi nuovamente una ragazzina, un po' come Riley. I due giocarono anche insieme per un breve periodo a calcio ed a freccette, condividendo delle caratteristiche ancora infantili.

La notte prima della morte di Sam, lui chiese ad Ellie di cosa avesse paura. Lei gli rispose che gli scorpioni erano abbastanza spaventosi, cercando di scherzare, per poi aprirsi nei suoi confronti dopo aver capito che era serio, confessando di aver paura di rimanere da sola. I due discussero anche della loro idea di "Paradiso", ammettendo entrambi tristemente di non crederci.

La mattina dopo, Ellie venne attaccata da un Sam ormai infetto, venendo salvata da Henry. Mesi dopo, confessò a Joel di sentirsi in colpa per essere sopravvissuta all'infezione al contrario di Sam.

Più tardi, nel Wyoming, i due si imbatterono nella tomba di un bambino con un piccolo orsacchiotto poggiato sopra. Ellie espresse quindi rammarico per non aver messo il piccolo robot giocattolo sulla sua tomba prima di andarsene. Tirandolo poi fuori dal suo zaino disse "Avrei voluto dirti qualcosa di diverso", facendo intuire di essersi pentita di aver fatto certe affermazioni durante il loro ultimo incontro.

Tommy[]

Mentre Tommy era inizialmente felice di rivedere Joel, non conosceva Ellie, quindi non le rivolse la parola. Durante il suo confronto con Joel, però, intuì che lui fosse venuto a trovarlo a causa della ragazza e inizialmente si rifiutò di prendersi carico di lei quando Joel glielo chiese. Dopo l'attacco dei banditi, Tommy notò quanto avessero legato Ellie e Joel e cambiò idea, accettando di portarla dalla Luci.

Tuttavia, Ellie non volle separarsi da Joel e rubò uno dei cavalli di Tommy, obbligandolo ad avvertire Joel ed a partire insieme a lui per cercarla, trovandola in un vecchio ranch. Permise quindi ai due di parlare in privato, origliando la conversazione ed interrompendoli dopo aver visto arrivare altri banditi.

Tommy chiese poi ad Ellie se le servisse una mano a montare sul cavallo, mostrando di tenere alla sua sicurezza. Dopo essere ritornati alla contea di Jackson, Joel decise di scortarle Ellie di persona. Comprendendo la sua decisione, Tommy offrì a lui ed Ellie un posto a Jackson dopo il ritorno. Cercò anche di convincere invano Joel a portare lui la ragazza alle Luci, mostrando di non avere problemi con il viaggio dopo averla conosciuta.

Negli anni che seguirono, Tommy ed Ellie si avvicinarono, con il primo che la trattò come una nipote adottiva e le insegnò vari trucchi per migliorare le sue capacità con il fucile di precisione. In seguito alla morte di Joel, Tommy fu l'unico a capire a pieno il trauma di Ellie, diventando protettivo nei suoi confronti e cercando di dissuaderla dal partire per Seattle in cerca di vendetta.

Una volta a Seattle, Tommy iniziò a danneggiare il WLF (anche aiutato da Ellie, Jesse e Dina) per obbligarli ad andarsene, venendo però sorpreso da Abby. Dopo essere stato sconfitto e risparmiato nuovamente, Tommy sfruttò le proprie conoscenze per rintracciare Abby, andando poi a chiedere aiuto ad Ellie per darle la caccia, poiché a causa delle sue condizioni fisiche non era capace di farlo di persona. Al rifiuto di Ellie, Tommy perse la calma e la insultò dicendole che per lei era facile cambiare idea, visto che era lì a fare la "bella vita", per poi andarsene chiudendo il suo rapporto con Ellie non nel migliore dei modi.

Maria[]

Ellie e Maria si incontrarono per la prima volta quando Joel ed Ellie tentarono di sfondare il cancello della centrale idroelettrica. Maria ed alcune guardie uscirono poi per affrontarli, fino all'arrivo di Tommy che calmò gli animi. Maria sembrò prendere subito in simpatia Ellie, permettendole anche di fare un giro su un cavallo ed offrendosi di andare a mangiare con lei invece che andare a controllare il generatore. Quando Joel disse ad Ellie di andare con Maria mentre lui e Tommy si occupavano del generatore, la ragazza inizialmente era riluttante, non volendo separarsi da lui.

Tuttavia, quando i banditi attaccarono l'impianto, Ellie e Maria furono costrette a collaborare per sopravvivere (in questo punto della storia si controlla Joel, quindi non è chiaro cosa sia successo), riuscendo a difendersi a vicenda.

Si suppone che le due abbiano anche legato, poiché quando Tommy spiega a Maria di voler accompagnare Ellie dalle Luci, la sua rabbia è rivolta a Joel e non alla ragazza. In Parte II, Maria è ancora in buoni rapporti con Ellie e Joel.

David[]

Il rapporto fra Ellie e David è stato l'origine di uno degli eventi più drammatici che la ragazza abbia dovuto subire, sebbene l'intera situazione sia quasi ironica. David permette ad Ellie di scappare con la penicillina, che Ellie usa per curare Joel, il quale in seguito stermina l'intero gruppo di David. Inoltre, inizialmente David cerca di tenere in vita Ellie, sebbene la stessa in seguito lo uccida.

David parlava spesso ad Ellie con tono autoritario e la trattava come una bambina. Durante il loro primo incontro, David offrì ad Ellie di scambiare le medicine che aveva con lui in cambio della carne del cervo che Ellie aveva appena ucciso, dicendo che al suo gruppo serviva la carne perché c'erano "donne e bambini" al loro accampamento, enfatizzando molto spesso le parole "donne e bambini" nella speranza che Ellie, data la giovane età, provasse compassione per loro. Fu anche l'unica persona ad ordinare ad Ellie di moderare i termini. Quando il suo gruppo catturò Ellie, lui le offrì un posto fra di loro. Alla reazione disgustata e furiosa della ragazza, lui cercò di calmarla come stesse parlando come un animale, cercando di carezzarla e dicendole che era speciale.

Alla fine ci rinunciò quando Ellie gli ruppe un dito nel tentativo di rubargli le chiavi. Man mano che la ragazza uccise sempre più suoi uomini (incluso il suo braccio destro James), David divenne ossessionato da lei, tentando di ucciderla in ripetute occasioni. Alla fine, incontrò la morte quando Ellie gli maciullò il cranio con un machete dopo che lui aveva tentato di strangolarla. Uccidere David fu ciò che fece perdere tutta l'innocenza rimasta in Ellie, poiché era la prima volta che uccideva qualcuno con tanta violenza ed in preda alla disperazione.

Nonostante la sua morte, le azioni di David segnarono profondamente Ellie, rendendola fredda e distante verso Joel ed ancora più determinata a raggiungere le Luci.

Abby[]

Pur incontrandola solo tre volte, il rapporto fra Ellie ed Abby era segnato da vendetta, odio e tristezza. Il loro primo incontro fu il giorno della morte di Joel, alla quale Ellie fu costretta ad assistere. Questo evento portò Ellie a volersi vendicare di Abby e tutti i suoi amici (uccidendo Jordan, Nora, Owen e Mel).

Il loro secondo incontro fu al teatro, poco dopo la morte di Owen e Mel. A questo punto, Ellie credeva che Abby avesse ucciso Joel poiché aveva impedito la creazione di una cura per l'infezione. Abby si vendicò quindi a sua volta di lei, uccidendo Jesse, ferendo gravemente Tommy ed infine quasi uccidendo lei e Dina. Tuttavia, sotto insistenza di Lev, scelse di risparmiarle a patto di non farsi rivedere mai più.

Il loro terzo ed ultimo incontro fu a Santa Barbara. Ellie aveva passato mesi per rintracciare Abby, incapace di perdonarla, finendo però per salvare lei e Lev dalle Serpi. Sebbene Abby ormai non provasse più astio nei suoi confronti, Ellie era decisa a vendicarsi di lei, minacciando un Lev ormai indebolito con il coltello a serramanico per obbligare Abby a combatterla, mostrando che ormai l'odio aveva rotto ogni tipo di confine morale. Tuttavia, durante lo scontro, Ellie si ricordò del suo ultimo incontro con Joel e scelse di perdonare la donna, permettendole di fuggire.

Sarah[]

Sebbene Sarah fosse morta vent'anni prima, Ellie venne a sapere di lei dalla cognata di Joel, Maria. Pur non conoscendola, Ellie capì l'importanza della morte di Sarah per Joel e comprese come lui rivedesse alcuni suoi aspetti in lei durante il loro viaggio verso le Luci. Inizialmente, Joel non voleva che Ellie menzionasse sua figlia, dicendole che "non sapeva di cosa stava parlando". Con il passare del tempo, tuttavia, Joel si apre di più con Ellie riguardo sua figlia.

Nel corso del gioco, Joel paragonò spesso Sarah ed Ellie, principalmente perché le due avevano circa la stessa età (Sarah aveva 12 anni, Ellie 14). Si ricordò inoltre di Sarah quando Ellie mostrò stupore alla vista del palazzo del governo, pensando a lei in quel momento (come si può dedurre quando guarda l'orologio rotto).

Quando Ellie diede a Joel la vecchia foto di lui e Sarah, lui non gliela diede indietro come aveva fatto con Tommy. Nell'epilogo, Joel fece diversi paragoni fra Sarah ed Ellie. Infine, concluse dicendo che sarebbero state buone amiche se si fossero conosciute, facendo intuire di vedere finalmente Ellie come una "seconda figlia", chiamandola anche "piccolina" come faceva con Sarah.

Gameplay[]

Ellie segnala a Joel la posizione di un nemico.

Nel primo titolo, Ellie può essere di grande aiuto a Joel in diverse occasioni. Ogni volta che è richiesta la furtività, non comprometterà mai la posizione del giocatore, senza farsi mai vedere ma rimanendo comunque al passo con Joel. Inoltre, può anche assisterlo nel combattimento indicandogli le posizioni dei nemici, ad esempio dicendo "a sinistra!" se un nemico è pericolosamente vicino alla sinistra di Joel.

Se il nemico si trova dietro qualcosa ed Ellie riesce a vederlo, sarà evidenziato di rosso in modo simile alla modalità ascolto di Joel. Può anche attaccare direttamente i nemici lanciando contro di loro degli oggetti per stordirli e permettere a Joel di attaccarli. A seconda della situazione, Ellie potrebbe avere a sua volta bisogno dell'aiuto di Joel nel caso non riesca a liberarsi da un nemico. In alcuni casi, Ellie potrebbe anche morire nel caso il giocatore non la raggiunga in tempo. A volte, potrebbe accoltellare un nemico alla schiena se sta strangolando Joel, permettendogli di liberarsi e passare al contrattacco.

Dopo aver ucciso un cacciatore che stava tentando di affogare Joel, inizierà ad avere un ruolo più attivo in combattimento, uccidendo direttamente i nemici sparandolo loro o accoltellandoli.

In alcuni casi, Ellie avrà bisogno dell'aiuto di Joel per raggiungere dei luoghi troppo alti per lei. Quando ciò accade, sarà sufficiente che Joel le dia una spinta.

Citazioni[]

Il Sogno Americano[]

  • Ellie: "Sai cosa? Fanculo questa lettera, fanculo le Luci, fanculo i soldati e fanculo tutti in questa città. Scappiamo, lasciamo questa zona. Ho sentito che ci sono altri posti."

______________________________________________

Left Behind[]

  • Ellie: "Okay... Prima ti distruggo. Poi parliamo."

______________________________________________

The Last of Us[]

  • Ellie: "Cavolo... L'ho spedito dritto all'inferno, eh?"

______________________________________________

The Last of Us Parte II[]

  • Ellie: "Dov'è Abby?"
  • Nora: "Tanto sono morta comunque. Perché dovrei dirtelo?"
  • Ellie: "Perché posso essere rapida o rendere tutto molto doloroso."

Galleria[]

The Last of Us[]

Concept art[]

Immagini ufficiali[]

Left Behind[]

The Last of Us Parte II[]

Concept Art[]

Trailer iniziale[]

E3 del 2017[]

Immagini promozionali[]

Immagini ufficiali[]

Curiosità[]

  • Ellie è l'unico essere umano conosciuto ad essere immune all'infezione cerebrale da Cordyceps.
  • In Left Behind, durante l'esplorazione del centro commerciale, Ellie digita il suo soprannome nella cabina fotografica. Sebbene esso sia criptato, è possibile notare che è composto da otto lettere.
    • La versione Giapponese del gioco presenta il cognome come "Williams". Tuttavia, esso è stato ritenuto non canonico da Naughty Dog, che ha scelto di mantenere segreto il cognome di Ellie.
  • Ellie ha la tendenza a sfregarsi il naso e massaggiarsi le mani ogni qualvolta si trova in una situazione di stress.
  • I giocatori possono trovare vari oggetti di Ellie nel suo zaino nella porzione di gioco in cui si vestono i suoi panni in The Last of Us, con la ragazza che farà commenti particolari su alcuni oggetti come la lettera di sua madre, la collana di Riley ed il proprio coltello a serramanico. L'unico oggetto che perde è la foto di Joel e Sarah, che dà a Joel.
  • Quando si gioca come Joel, Ellie è invisibile ai nemici fino a che Joel non viene scoperto. Ciò è stata una decisione intenzionale di Naughty Dog per evitare che Ellie potesse compromettere la posizione del giocatore.
  • Inizialmente, Ellie ricordava molto l'attore canadese Elliot Page, presente nell'altro noto videogioco Beyond: Two Souls, ma ciò è stato poi cambiato per rispecchiare di più la sua età e l'aspetto della sua doppiatrice, Ashley Johnson. Page ha in seguito scherzato sui social che Naughty Dog le avesse "rubato" il volto per sviluppare il personaggio di Ellie.
  • Ellie possiede un libro di barzellette che tirerà fuori nella speranza di alleviare la tensione nei capitoli Pittsburgh e I sobborghi. Ascoltando tutte le sue barzellette, si sbloccherà il trofeo "Non ne ho altre". Il libro è uno degli oggetti che è possibile trovare nel suo zaino quando si gioca nei suoi panni.
  • Il walkman di Ellie è uno degli oggetti trovabili nel suo zaino.
  • Il finale di The Last of Us è molto simile al prologo, ma al contrario. Nel prologo, Joel e Sarah sono inizialmente a casa, per poi fuggire in auto dagli infetti, schiantandosi; Joel porta poi Sarah in braccio fino a quando non viene uccisa dal soldato. Nel finale, invece, Joel trasporta un Ellie priva di sensi in modo identico a come trasportava Sarah, in fuga da degli umani e dentro un auto, guidando poi verso "casa", ovvero l'insediamento di Tommy.
    • Neil Druckmann ha affermato in un'intervista che il fatto che il gioco inizi con un'inquadratura di Sarah e finisca con un primo piano di Ellie è intenzionale.
    • Inoltre, anche il finale di Left Behind termina con un primo piano di Ellie.
  • Druckmann ha inoltre affermato che, sebbene il protagonista del titolo sia Joel, la storia è quella di Ellie.
  • Nella versione iniziale del gioco, Tess sarebbe dovuta essere l'antagonista principale ed Ellie avrebbe dovuto ucciderla quando era sul punto di uccidere Joel.
  • In Left Behind, Ellie impreca molto meno rispetto a quanto non faccia in The Last of Us.
  • Il libro di barzellette di Ellie le è stato donato da Riley, come visto in Left Behind.
  • La foto presente nella stanza di Ellie all'inizio di Left Behind è stata scattata dalla fotocamera di Riley, la quale è stata, come si scopre poco dopo, rotta da Ellie poco dopo.
  • Stando ad Ellie, da piccola possedeva un libro da colorare; gli gnomi le sembravano carini, mentre le fatine la spaventavano.
  • In Left Behind, Ellie ha una torcia quando è con Riley. Tuttavia, in The Last of Us, la torcia le viene data nel capitolo La periferia. È possibile che l'abbia persa nel lasso di tempo fra i due titoli.
  • In The Last of Us, se il giocatore resta fermo, spreca munizioni, ecc..., Ellie commenterà (ad esempio, se si resta fermi per troppo tempo mentre lei è sopra una tavola di legno sull'acqua, dirà "Ok, fai pure con comodo, tanto mi diverto a stare qua sopra.").
  • Il tatuaggio sul braccio di Ellie in Parte II è stato progettato dalla tatuatrice Natalie Hall ed in seguito testato sul braccio dell'UI Designer Alexandria Neonakis.
  • Nel primo titolo, il rosso sembra essere il colore principale di Ellie, dato che almeno un capo d'abbigliamento che indossa avrà sempre quel colore o un suo derivato; in Parte II, viene sostituito dal blu.
  • Dopo aver completato la storia del primo titolo, lo sfondo del menu principale vedrà il coltello a serramanico di Ellie appoggiato accanto alla finestra.
  • Quando Ellie viene uccisa da un Bloater in The Last of Us, non condivide la stessa animazione di Joel, ma viene invece uccisa con un semplice pugno diretto alla nuca (mentre a Joel veniva aperto in due il cranio).
    • Nel seguito, tuttavia, le animazioni di morte per mano di un Bloater variano molto, dal collo spezzato fino allo squarcio violento della bocca.
  • L'hobby principale di Ellie sembra essere il disegno, poiché nel suo diario ha disegnato numerosi punti di interesse e volti di altre persone. Inoltre, è una disegnatrice esperta.
Advertisement